Elezioni Roma 2016

Toti: "Se Bertolaso rinuncia, andiamo su Meloni. Marchini è un elemento divisorio"

Giovanni Toti, leader in pectore di Forza Italia, interviene nell'affaire romano e smentisce i programmi del Cavaliere: un'alleanza con Marchini in caso di rinuncia dell'ex numero della Protezione Civile? "Non ha chance di vittoria"

Foto di repertorio (Infophoto)

"Se Bertolaso rinunciasse alla corsa, è chiaro che dovremmo convergere su Giorgia Meloni". E' il leader in pectore di Forza Italia, Giovanni Toti, a parlare dell'affaire romano sulle colonne del Corriere della Sera. Niente Alfio Marchini, come al contrario sembrava nelle intenzioni di Silvio Berlusconi. 

Con questo, ribadisce che l'ex numero uno della Protezione Civile "è stato scelto perché è capace", ma, "se fosse lui a decidere di ritirarsi", allora il centrodestra farebbe quadrato sulla "giovanotta" della Garbatella, schierandosi di fatto anche con l'altro "giovanotto", Matteo Salvini, che il Cavaliere invece, vorrebbe all'angolo. 

E su Marchini Toti aggiunge: "Penso che non intenda ritirare la sua candidatura, e in ogni caso non appare il candidato con maggiore chance di vittoria". "Fa parte del centrodestra che vogliamo rafforzare e un domani, se vorrà, potrà contribuire al successo dell'alleanza. Ma oggi rappresenta un elemento di divisione, dunque mi sembrerebbe strano partire da lui per cercare di ricompattare la situazione"

Il messaggio è chiaro, e chiaro è dove pende l'ago della bilancia nella coalizione. D'altronde Toti ha già conquistato la Liguria insieme al leader lumbard, e ne ribadisce tra le righe la centralità nel futuro del centrodestra.

IL SONDAGGIO---->BERTOLASO SOTTO IL 10 PER CENTO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toti: "Se Bertolaso rinuncia, andiamo su Meloni. Marchini è un elemento divisorio"

RomaToday è in caricamento