Domenica, 19 Settembre 2021
Elezioni Roma 2016

La Raggi a Parco Schuster: "Gli altri candidati vogliono privatizzare Atac e Ama"

La candidata del Movimento Cinque Stelle ha parlato alla sua gente, illustrando i punti del suo programma ed attaccando gli altri candidati

Foto Andrea Ronchini

Prima la contestazione di Action, poi il comizio davanti a 300 attivisti. Sabato pomeriggio a San Paolo per Virginia Raggi. La candidata del Movimento Cinque Stelle ha parlato alla sua gente, illustrando i punti del suo programma ed attaccando gli altri candidati. 

Ad accoglierla un fuori programma. Una decina di attivisti di Action, diritti in Movimento, capitanati dall'ex consigliere comunale Andrea Alzetta ha pesantemente contestato la candidata grillina alzando uno striscione con un inequivocabile "vaffa***". Quindi i cori, sovrapposti alla controcontestazione degli attivisti presenti in piazza. "Una provocazione" la definirà alla fine Alessandro Di Battista, presente sul palco per supportare la Raggi. 

Un comizio vecchio stile. Quindici minuti, microfono in mano, e un discorso a braccio, infarcito da un lato di affondi contro gli avversari, dall'altro di accenni al programma. E' la vicenda di Acea a fare da apripista al discorso. "Il Messaggero mi ha attaccato e tutti i candidati sono scattati in difesa di Caltagirone, il principale socio privato. Si candidano a guidare Roma e difendono il socio privato". Quindi il discorso passa alle altre municipalizzate: "Su Atac e su Ama dopo averle spolpate e massacrate e rese inefficienti, dopo averle distrutte la loro soluzione è "privatizziamo".

E ancora l'attacco sull'appoggio di Verdini a Giachetti: "L'appoggio di Verdini a Giachetti dimostra che hanno paura di noi, sanno che siamo vicini a prenderci la poltrona e fanno questo mini patto del Nazareno. Anche Berlusconi ora è pronto a votare Meloni, è pronto fare di tutto per impedirci la vittoria". 

Quindi le soluzioni per la mobilità: "Noi vogliamo portare i bus in periferia e non solo in centro. Marino dietro la parola razionalizzazione ha di fatto lasciato interi quartieri senza trasporti. E poi puntiamo sulle pedonalizzazioni, vogliamo resituire Roma ai romani e a chi dice che pedonalizzare significa far morire il commercio, va spiegato che è esattamente il contrario". E i soldi? "Ci sono. Ogni anno c'è un miliardo e 200 milioni di euro di mancati incassi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Raggi a Parco Schuster: "Gli altri candidati vogliono privatizzare Atac e Ama"

RomaToday è in caricamento