Bertolaso sbarca a Roma est: "Centocelle sembra un quartiere arabo"

L'ex capo della Protezione Civile prima a Centocelle, poi a Tor Sapienza. "I negozianti italiani vengono espulsi e quei pochi che resistono vengono minacciati". Stanotte dormirà in un B&B

E' arrivato a piazza dei Mirti a bordo del tram numero 5. Con lui un trolley perché il viaggio a Roma est durerà tre giorni. Una full immersion senza lasciare la zona, neanche di notte. Guido Bertolaso, candidato sindaco di Forza Italia, sbarca a Roma Est. Lo fa nel quartiere di Centocelle prima tappa di un tour che lo porterà in tutti i quartieri della zona. Prima un incontro con i ferrotranvieri di Atac. Poi un giro tra i commercianti di Centocelle fino all'entrata, sbarrata, di un'associazione culturale trasformata in moschea. Infine la visita al centro anziani di via Morandi a Tor Sapienza, a due passi dalla zona dove si verificarono gli scontri anti-immigrati di un anno e mezzo fa.

A Centocelle non ha usato parole tenere per descrivere la situazione: "Sembra di stare nella via un quartiere arabo, i negozianti italiani vengono espulsi e quei pochi che resistono vengono minacciati. Questa non è integrazione, questa non è accoglienza: siamo di fronte al tentativo di marginalizzare gli imprenditori e i commercianti italiani onesti. E' inaccettabile e oltre a misure più efficaci sulla sicurezza è indispensabile rivedere tutta la normativa sulle licenze commerciali". L'ex capo della Protezione civile quindi spiega: "Il mio programma tolleranza zero prevede il pieno rispetto della legalità e una lotta senza quartiere a ogni forma di abusivismo, che danneggia i consumatori, i commercianti e gli imprenditori italiani, attraverso la contraffazione e danneggia oltremodo le produzioni di qualità del made in Italy". 

"Moltissimi cittadini ci hanno fermato per chiederci di intervenire su una serie di problemi - ha spiegato Bertolaso dal centro anziani di via Morandi a Tor Sapienza- in alcune aree di Centocelle dilaga un'abusivismo commerciale che crea un danno ai commercianti che pagano le tasse e che toglie loro la possibilità di un reddito. Ci sono state poi grandi lamentele per la sporcizia e la spazzatura visto che sono stati sottratti operatori dell''Ama al quartiere per posizionarli in altre aree di Roma".

"Come sindaco- ha aggiunto- farò funzionare meglio il programma di smaltimento dei rifiuti potenziando la differenziata. Sulla sicurezza mi hanno detto che è stato chiuso un commissariato per spending review, tagli lineari senza tener conto delle peculiarità dei vari quartieri. Per quanto riguarda la comunità araba che vive nel quartiere bisogna poi garantire momenti di convivenza e di quieto vivere ma i romani non possono essere penalizzati nelle loro attività". 

A Tor Sapienza, infine, Bertolaso si è fermato due ore con gli anziani del quartiere e con i rappresentanti dei comitati locali ascoltando le loro preoccupazioni, dal campo rom di via Salviati ai problemi legati alle opere della Tav. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento