rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Elezioni Comunali 2013

Gli sms di Sveva Belviso fanno infuriare la Lombardi: "Vado dal garante"

Come la capogruppo alla Camera del Movimento Cinque Stelle, molti altri cittadini stanno reagendo allo stesso modo. E' rivolta sul web contro la vicesindaco

Alle comunali romane è di nuovo polemica attorno a un sms elettorale. Dopo il sostegno di Dario Franceschini a sostegno della compagna Michela Di Biase, candidata al consiglio capitolino, è la vicesindaco Sveva Belviso a cadere nella trappola dell'sms elettorale. Sono centiaia i messaggi inviati dallo staff della Belviso che hanno sollevato le ire dei cittadini che li hanno ricevuti senza sapere come il loro numero sia arrivato nel database della vicesindaco. Tra loro c'è anche la capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle che ha promesso una segnalazione al Garante della Privacy.

"Caro Mario ci siamo, ti chiedo un ultimo sforzo: il 26 e 27 sulla scheda azzurra fai una x sul Popolo della libertà e scrivi Belviso. Ci conto, Sveva". E' questo il messaggio che centinaia di cittadini romani si sono ritrovati sul cellulare. E subito è scoppiata la rivolta sul web contro la vicesindaco di gente che, firmandosi nome e cognome, vuole sapere come il proprio numero privato sia entrato nelle disponibilità dello staff della vicesindaco.  

C'è chi scrive all'ufficio elettorale per chiedere delucidazioni. C'è chi avanza l'ipotesi che siano stati presi dei numeri di persone che, per ragioni amministrative, erano registrate presso l'Assessorato alle Politiche Sociali di cui Sveva Belviso è assessore. C'è anche chi si indigna: "Vergogna! Lei, che dovrebbe essere, credo di esempio....ha violato questa regola....ma insomma dove siamo arrivati!" scrive un cittadino. 

"Mi associo a tutte le persone che scrivono, come me scocciate dai tuoi sms cara maleducata vicesindaco... spero ti caccino dal Campidoglio" scrive un'altro. La reazione più diffusa è quella di rivolgersi al Garante della Privacy anche se circola l'idea di organizzare un mail-bombing sulla sua pagina facebook.

Roberta Lombardi dopo l'arrivo del messaggio ha scritto su facebook: "Mi è appena arrivato un sms elettorale di Sveva Belviso, candidata al Comune di Roma. Ora io ESIGO di sapere come fa il PdL ad avere il mio numero di cellulare e, soprattutto, chi lo ha autorizzato a mandare a me (come immagino a migliaia di altri cittadini) un sms ed elettorale per di più" ha affermato promettendo una segnalazione al Garante della Privacy.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli sms di Sveva Belviso fanno infuriare la Lombardi: "Vado dal garante"

RomaToday è in caricamento