Domenica, 14 Luglio 2024
Elezioni Comunali 2013 Centro Storico / Piazza Farnese

"Vivisezione falsa scienza": Marino 'inseguito' dagli animalisti a Campo de' Fiori

Il candidato sindaco del Pd costretto a rifugiarsi all'interno di un palazzo di piazza Farnese. La risposta: "Sono pronto sul tema della ricerca e della scienza a qualsiasi confronto con chiunque ma non a questo tipo di aggressione"

Un gruppo di animalisti ha contestato questa mattina il candidato del centrosinistra sindaco di Roma, Ignazio Marino. Una decina di uomini e donne, a dorso nudo, ha intercettato il senatore del Pd a Campo dé Fiori e lo ha inseguito al grido "vivisezione falsa scienza, Marino non hai coscienza". Tra i cartelli esposti in piazza 'No Marino, no pellicce', 'Mai piu' vivisezione, mai più Green Hill'. Alcuni degli attivisti avevano anche le mani coperte di vernice rossa a simboleggiare del sangue animale. La protesta è stata così insistente, un vero e proprio assedio sonoro - al grido 'Marino, Marino sei tu il babbuino' - che ha costretto Marino a lasciare Campo dé Fiori per rifugiarsi in un palazzo di piazza Farnese. Il candidato sindaco ha tentato più volte di esprimere le proprie idee e di aprire un dialogo con i contestatori che però non gli hanno lasciato spazio.


RIFUGIATO IN PIAZZA FARNESE - E' stato infatti necessario l'intervento delle forze dell'ordine per sedare la protesta che ha costretto il candidato a sindaco di Roma Ignazio Marino a rifugiarsi all'interno di uno storico palazzo in piazza Farnese, dove tra l'altro c'é la sede dell'Ambasciata della Repubblica di Cipro. Poliziotti e carabinieri hanno allontanato il gruppo di attivisti che stava 'assediando' il portone con urla e slogan contro la vivisezione, aspettando l'uscita del senatore del Pd. Durante l"inseguimentò fatto a Marino al mercato di Campo dé Fiori alcuni animalisti hanno travolto dei banchetti di commercianti. "Hanno buttato giù il tavolo di quello che vendeva i carciofi - ha raccontato una signora - Il titolare si é ovviamente arrabbiato e di lì è nato un diverbio. Qualche spintone e parolaccia". Gli ha fatto eco un passante: "Per un attimo non si è capito nulla, abbiamo visto queste persone inseguire Marino. Che poi la cosa strana è che dicevano di essere animalisti quando invece avevano scarpe e cinture in pelle".

PRONTO AL CONFRONTO - Candidato sindaco dei Democratici che ha così risposto ai contestatori: "Sono pronto sul tema della ricerca e della scienza a qualsiasi confronto con chiunque ma non a questo tipo di aggressione. Non è un modo civile di affrontare una discussione così importante". "Alcune persone che mi accompagnavano - ha proseguito il senatore democratico - hanno avuto vestiti sporcati e strappati, mentre una cittadina che stava parlando con me è stata aggredita e buttata per terra. Credo che quelle persone appartengano a una cultura di dieci anni fa e non sanno forse che ora la scienza è riuscita a realizzare un rene di topo con la bioingegneria e quindi la fase dell'utilizzo degli animali sta arrivando al suo crepuscolo". "Voglio dire una cosa a queste persone e a coloro che li hanno mandati - ha aggiunto Marino - se questi signori avessero una bimba affetta da leucemia le darebbero per salvarla le medicine che purtroppo sono state sperimentate su alcuni topi? Mi chiedo davvero che cosa farebbero...".

DIRITTI ANIMALI - Ignazio Marino che ha poi proseguito a parlare della questione animali: "Se sarò eletto sindaco istituirò una consulta per la tutela dei diritti degli animali". "Ci sarà così una costante attenzione ai loro diritti - ha aggiunto - poi ci sarà anche un rafforzamento dei canili e dei gattili municipali e infine stiamo pensando al trasferimento delle botticelle che potranno girare solo nei parchi o in zone dove i cavalli non soffrano. Sicuramente non andranno più nel traffico".

ALEMANNO DISPIACIUTO - "Queste cose mi dispiacciono e non debbono avvenire. In campagna elettorale il confronto deve essere sempre civile", le parole del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, commentando quanto accaduto. "Sulla questione dei diritti degli animali - ha aggiunto il sindaco - ci sono molte cose da chiarire: ho un programma forte in tale senso e, anche se ci sono perplessità sull'operato di Marino, ciò non giustifica atteggiamenti del genere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vivisezione falsa scienza": Marino 'inseguito' dagli animalisti a Campo de' Fiori
RomaToday è in caricamento