rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Elezioni Comunali 2013

Primarie municipi, nuove polemiche: troppe esclusioni

Voci contrarie in occasione della presentazione definitiva delle liste da parte della coalizione Roma Bene Comune

Nuove polemiche sulle primarie del centrosinistra dei municipi romani. Diverse le voci contrarie, soprattutto provenienti dai "non ammessi", in occasione della pubblicazione della lista definitiva dei candidati, diffusa ieri da Roma Bene Comune dopo le comunicazioni ricevute dalla commissione di garanzia sui ricorsi presentati dai candidati esclusi. "L'operazione di esclusione a tavolino dalle primarie dei presidenti dei municipi di alcuni candidati rischia di far diventare il Pd una torre d'avorio autoreferenziale con effetti negativi sulla riconquista della città di Roma" ha affermato Andrea Severi, segretario della commissione di garanzia regionale del Pd.

Il caso più controverso che ha acceso la discussione è quello del XII municipio, ora IX. Qui non si terranno primarie il prossimo 7 aprile. Unico candidato infatti è Andrea Santoro perchè Dante De Pasquale, che avrebbe dovuto sfidarlo, non è stato ammesso. O meglio. Quella di De Pasquale era solo una candidatuta "ipotizzata da Psi" spiegano dalla coalizione "non essendo mai state depositate le firme necessarie previste dal regolamento".

Nonostante la spiegazione, questa 'esclusione' ha suscitato comunque le polemiche. "Da Andrea Santoro mi attendo maturità politica in questa fase delicata per il XII municipio facendosi egli garante dell'apertura del partito democratico alla società" ha dichiarato a riguardo Andrea Severi che si è dichiarato solidale anche agli esclusi Vincenzo Vecchio ed Elena Improta. "Le primarie si devono fare nell'interesse dei cittadini romani coinvolgendo il maggior numero di forze e di realtà" ha precisato.

Sulla vicenda è intervenuto anche Vincenzo Vecchio, consigliere del XII che per partecipare alle primarie ha depositato 1613 firme. "Voglio sapere chi ha chiesto ed ottenuto che Dante De Pasquale venisse candidato in assenza anche di una sola firma a sostegno della propria candidatura" ha affermato Vecchio. "Voglio sapere perchè io sia stato escluso, con un provvedimento che contiene una motivazione, prima che pretestuosa, totalmente generica e infondata" ha aggiunto spiegando che si rivolgerà alla Procura della Repubblica. "In attesa che la magistratura penale indaghi, mi rivolgerò al Tribunale Civile per chiedere la mia immediata riammissione alle Primarie".

Ma non solo i 'casus belli'. Sono proprio le modalità di selezione dei candidati, che hanno portato all'inammissibilità di ben 40 nominativi ad essere stati al centro delle polemiche. "E' davvero assurdo che l'intera classe dirigente romana del centro sinistra non capisca che estromettere ben 41 candidati alla carica di Presidente del Municipio, significa buttare a mare circa 40.000 elettori" ha commentato Fabio Piattoni, consigliere del Pd che ha annunciato che chiederà di sospendere le primarie.  "La cecità di tali esclusioni, tra l'altro, viene poi ricondotta al rispetto di regolamenti, che non fanno altro che da paravento all'incapacità di saper cogliere il grande malessere che serpeggia tra i cittadini''.

Piattoni entra anche nel merito delle modalità di selezione: "Bisognava associare alle 750 firme o il 35% delle firme dei membri dell'assemblea del PD di zona o il 20% degli iscritti del PD municipale". Per Piattoni reperire gli elenchi degli iscritti è stato come cercare un ago nel pagliaio". Inoltre "il tardivo regolamento del Pd per la selezione delle candidature approvato nell'assemblea dell'8-9 Marzo 2013 a soli 10 giorni dallo scadere del termine di presentazione delle firme, non solo ha reso impossibile candidarsi, ma ha aiutato chi ha dimestichezza con le tessere di partito e ha compromesso irreversibilmente la libera partecipazione".

Ecco tutti i candidati dopo le comunicazioni ricevute dalla commissione garanzia

Municipio 1: STEFANO MARIN, JACOPO MARIA EMILIANI PESCETELLI, ANDREA CASU, SABRINA ALFONSI, ANTONELLA TANCREDI, GIUSEPPE LOBEFARO.

Municipio 2: FRANCO MAZZETTO, GIUSEPPE GERACE, ANDREA ALEMANNI, FRANCESCA DEL BELLO, ALESSADRO RICCI, GUIDO CAPRARO, ANNA MARCON, LUCIANO MONTICELLI, GIAN PAOLO GIOVANNELLI.

Municipio 3: RICCARDO CORBUCCI, STEFANO DI SANTO, CLAUDIO MARIARICOZZI, PAOLO MARCHIONNE.

Municipo 4: CARLO MALTESE, MARCO MAURI, EMILIANO SCIASCIA, IVANO LOVAGLIO, DANTE POMPONI, ANNA MARIA PROIETTI CESARETTI.

Municipio 5: STEFANO VEGLIANTI, SIMONE ZABEO, MAURO FERRARI, FRANCO PACELLA, FABRIZIO FERRETTI, GIAMMARCO PALMIERI, MARIANGELA SALIOLA, FABRIZIO FLAMINI.

Municipio 6: FABRIZIO CREMONESI, ROBERTO MASTRANTONIO, LORETO POLICELLA, MARCO SCIPIONI.

Municipio 7: MASSIMO DE SIMONI, FRANCESCO MORGIA, PIETRO TILIA, MASSIMO PELLUTRI, STEFANIA SPIRITO, FABRIZIO PATRIARCA, MASSIMO PERIFANO, DANIELELA CAGNINA, SUSANNA MARIA FANTINO.

Municipio 8: ANDREA CATARCI

Municipio 9: ANDREA SANTORO

Municipio 10: GIANFILIPPO LANGE, ANDREA TASSONE, GIOVANNI ZANNOLA, ANTONIO CALIENDO, PATRIZIA SALIS.

Municipio 11: MARCO NERI, ALFREDO TOPPO, MAURIZIO VELOCCIA, FABIO FADDA, EMANUELA MINO.

Muncipio 12: ROBERTO BALDETTI, CRISTINA MALTESE, GERMANO BERNARDINI, ROBERTO SGAMMINI.

Municipio 13: CARMELA OMERO, RAFFAELE TROILO, VALENTINO MANCINELLI.

Municipio 14: ILARIA CECCARELLI, NADIA TOMMASINI, VALERIO BARLETTA.

Municipio 15: ALESSANDRO PICA, DANIELE TORQUATI, SIMONE OMBUEN.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie municipi, nuove polemiche: troppe esclusioni

RomaToday è in caricamento