rotate-mobile
Elezioni Comunali 2013

Comunali 2013, i renziani sbarcano a Roma: la Prestipino candidata alle primarie

L'Assessore al Turismo e allo Sport della giunta Zingaretti annuncia ufficialmente la sua candidatura alle primarie del Partito Democratico per l'elezione a sindaco di Roma. "Renzi? Siamo amici"

Arriva l'annuncio ufficiale. Fra le righe però lo aveva già fatto intendere. "Mi candido alle primarie per il sindaco di Roma. Mi piacerebbe che il mio partito mi dicesse subito quando ci saranno le elezioni". Lo annuncia l'assessore al Turismo e Sport della Provincia di Roma Patrizia Prestipino (Pd) nel corso di una conferenza a via dei Cerchi. "Si vota a marzo-aprile - ricorda Prestipino - non abbiamo tempo da perdere. Se vogliamo battere la destra e l'antipolitica dobbiamo scendere in campo, con idee, proposte e volti, ma soprattutto con tanto amore".

Un'escalation quella dell'assessore provinciale del Pd che, da semplici voci di corridoio, si è risolta in una candidatura ufficiale con annessa sfida al suo presidente, Nicola Zingaretti, candidato scontato quanto ancora non ufficiale. Sfida sulla quale la Prestipino ci tiene a smorzare i toni. "Io non sono contro nessuno, voglio bene a Zingaretti, è una bravissima persona e un bravo amministratore davvero. Mi aiutasse a chiedere le primarie, fanno bene anche a lui". Contro nessuno ma insieme a chi?

L'avevano definita come una "creatura di Renzi"  ma l'epiteto non era stato gradito . Anche se il verbo "rottamare", in fondo, non le dispiace, e lo ammette.  "Un po' di aria fresca - ha affermato Prestipino - fa bene a tutti". "Io sono amica di Matteo Renzi - ha spiegato Prestipino durante la conferenza - ho detto che certi brontosauri del Pd andrebbero rottamati e ho ricevuto un documento di alcune donne del Pd che si sono sentite offese. Ma ci sono donne che stanno in Parlamento dall'83. E' il caso che servano il Paese in un altro modo. Ho litigato tante volte con Rosy Bindi, riconosco che è un'ottima persona ma ha dato già tanto".  Può definirsi una nuova rottamatrice? "Qui non si deve rottamare niente, dobbiamo ricostruire. Io credo che i deputati che stanno lì da 25 anni avranno il buon senso e l'orgoglio di non ricandidarsi. Me lo auguro da cittadina e da militante del Pd".

D'altronde l'assessore è solo "sè stesso" e non gradisce attribuzioni di paternità, come dichiarato in tempi già "sospetti". Patrizia Prestipino candidata primarie Pd?
"Vedo che per ogni mio pensiero, azione, progetto, viene tirato in ballo il mio compagno Riccardo Milana. Lui è nell'Api, io nel Pd, e molto convintamente. Abbiamo storie e idee diverse e, oggi anche posizioni diverse. Perchè non capita lo stesso ad altre coppie più importanti della politica, anche di segni opposti?".

"Inoltre insieme ai 'certificati di appartenenzà ci sono sempre aggettivi legati alla mia persona - sottolinea - Non so se essere 'biondissima' o 'vivacissima' costituisca un requisito politico oppure un reato sociale. Francamente non credo. Ma non è questo il punto". Sulle primarie poi non entrava "nel merito del dibattito" perché non era "quello il punto". Salvo chiederle al segretario Miccoli qualche giorno dopo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2013, i renziani sbarcano a Roma: la Prestipino candidata alle primarie

RomaToday è in caricamento