Gabriella Magnano, candidata al Municipio VIII ex XI per "fatevi conoscere"

La mia candidatura è nata dopo anni di partecipazione attiva nella società civile, nei movimenti e nelle scuole per la Costituzione, i diritti civili, i beni comuni e il referendum per l'acqua (sono stata la referente territoriale del municipio).

Da molti anni ho scoperto l'importanza dell'unione e degli obiettivi comuni collaborando in quella società civile che con umiltà e perseveranza ha creato girotondi, movimenti e popoli viola. Mi sono impegnata in difesa della Costituzione (referendum 2006), per il servizio pubblico (perunaltratv), nella rivendicazione dei diritti civili, nella tutela della scuola pubblica, dei beni comuni, nelle battaglie laiche sulle decisioni personali, come il testamento biologico. Laureata in Giurisprudenza, madre di due ragazzi, sono stata per anni impegnata nei consigli scolastici del nostro municipio e fra gli ideatori del progetto "La Repubblica siamo noi" per la diffusione dei valori della Costituzione fra i giovani, motivo per il quale collaboro attivamente anche con l'associazione "Libera". Ho partecipato alla lotta contro la legge sulla procreazione assistita, a difesa dei consultori, contro la violenza sulle donne. Sono stata parte attiva nel comitato contro il nucleare e la referente territoriale del Forum dei movimenti per l'acqua pubblica nel nostro municipio.
MOTIVI CHE HANNO SPINTO ALLA CANDIDATURA
Dopo il referendum ho deciso di iscrivermi a SEL, al Circolo La Villetta, dopo poco sono entrata nella segreteria e mi occupo dell'organizzazione della sezione. Proprio nel Circolo, su proposta delle compagne e dei compagni, è nata la mia candidatura, che ho accettato, con senso di responsabilità e con l'intento di lavorare per gli obiettivi in cui ho sempre creduto.
3 PROGETTI PER IL MUNICIPIO

1) Trasparenza: qualora fossi eletta, assumerei in prima persona il compito di predisporre un servizio che permetta ai cittadini di trovare le risposte alle loro richieste di chiarimenti sui processi decisionali in fieri, le decisioni assunte e le spese sostenute dall'Amministrazione. Per ottenere questo risultato sono necessari: un lavoro di gruppo, l'interazione con i cittadini e la partecipazione degli stessi alla cosa pubblica, obiettivi che perseguo da sempre

2) Ogni municipio deve essere dotato di un centro antiviolenza che sia possibile contattare 24 ore su 24.
3) Attuare un censimento delle strutture pubbliche nel municipio, delle relative assegnazioni e dell'uso o del non uso attuale: molti beni, compresi quelli confiscati alle mafie, devono essere riutilizzati per scopi sociali
,
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento