rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Elezioni 2013 municipio 14

Primarie Municipio XIV (ex XIX): intervista a Ilaria Ceccarelli (Lista Civica)

Ilaria Ceccarelli (Lista Civica), candidata alle primarie del centrosinistra nel Municipio XIV, risponde alle domande di Romatoday

"Un Municipio aperto a tutti e soggetto al giudizio di ogni cittadino". E' questo il Municipio che ha in mente Ilaria Ceccarelli, in corsa alle primarie del centrosinistra per le elezioni del Presidente del Municipio XIV. La Ceccarelli, candidata indipendente "per costruire una squadra libera che non viva di politica", risponde alle domande di Romatoday.   

Perché si candida?

Mi candido perché credo che la politica sia un servizio da svolgere per gli altri. E malgrado abbia un lavoro gratificante e una famiglia numerosa che amo immensamente, ho voluto raccogliere 870 firme in pochissimi giorni per candidarmi alle primarie di centrosinistra. Voglio stare al fianco dei cittadini, sempre, in ogni battaglia che dia voce alla legalità e ai diritti di tutti. Sono convinta che non sia più il tempo di criticare da fuori, ma quello di mettere il proprio personale impegno e la propria competenza al servizio degli altri per migliorare la vita dei concittadini. Ho scelto di candidarmi come indipendente perché voglio costruirmi una squadra libera che non viva di politica, i cui membri abbiano un lavoro a cui tornare dopo cinque anni di impegno con me, per il bene comune del nostro territorio.

Ci può indicare tre problemi che affliggono il territorio?

I problemi che ha il territorio sono tanti, aggravati da una politica clientelare che, in questi ultimi cinque anni, a causa dell’insensibilità e incapacità della precedente amministrazione municipale, si sono particolarmente aggravati. Parlo, in primis, dell'edilizia scolastica. Malgrado ci sia una fortissima richiesta di servizi, infatti, ci sono troppi istituti scolastici chiusi, mal utilizzati e con strutture assolutamente inadeguate a rispondere alle esigenze delle famiglie. Altro grave problema è rappresentato da povertà e emarginazione delle fasce più deboli: la precedente amministrazione ha completamente emarginato i cittadini più in difficoltà e maggiormente bisognosi di servizi di assistenza. Questo ha creato tanta insicurezza tra i cittadini: l’esclusione crea solo violenza e paura. Infine, nel Municipio c'è una vera e propria emergenza abitativa, un problema annoso mai realmente affrontato che si sta trasformando in un problema sociale. 

Tre proposte per il territorio?

Le idee che ho per migliorare la vivibilità e i servizi sul territorio sono tante, ma prima è necessario fare una premessa di natura generale: il Municipio dovrà diventare aperto e trasparente, una casa accogliente per ogni cittadino che vorrà prendere contatto con gli uffici. Nessuno si dovrà più sentire un suddito estraneo alla collettività ma dovrà sentirsi un cittadino consapevole, integrato nel territorio e che potrà esprimere, senza timori, il suo giudizio sulla qualità del servizio pubblico fornito. L'asilo "Alfonso Gallo" e la scuola materna di Via Casal del marmo sono chiuse da anni malgrado ci sia una fortissima richiesta di servizi quindi bisognerà aprirle e renderle fruibili alle famiglie. La mia idea è che gli istituti scolastici devono rispondere maggiormente alle esigenze degli studenti e delle famiglie. Si dovrà ridiscutere con il Comune di Roma la delibera sull’assistenza alla persona che oggi non coglie le reali necessità del territorio. Il mio obiettivo è quello di migliorare e rendere più fruibile il servizi alla persona. Voglio affidare ai cittadini le tante aree e strutture in stato di abbandono o dismesse che sono oggi sul nostro territorio, rendendoli spazi di aggregazione culturale e sociale. La soluzione potrebbe essere trasformare radicalmente queste realtà da luoghi di ritrovo deliquenziale a strutture pubbliche sicure al servizio della cittadinanza

Chi appoggia alle primarie del centrosinistra per il Campidoglio e perchè.

Ho scelto di sostenere David Sassoli perché crede nel vero decentramento municipale, perché crede e vuole fortemente una città solidale e sa come realizzarla, perché finalmente ha un'idea chiara di come si possano usare i fondi europei e perché vuole trasformare Roma in una vera Capitale e non in una città disgregata, caotica dove i cittadini si sentono abbandonati e sudditi.

TUTTE LE INTERVISTE AI CANDIDATI 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Municipio XIV (ex XIX): intervista a Ilaria Ceccarelli (Lista Civica)

RomaToday è in caricamento