rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Elezioni 2013 municipio 12 Portuense

Primarie nel XII Municipio (ex XVI): intervista a Germano Bernardini

"Vorrei che i cittadini si sentissero liberi di prendere iniziative, ma soprattutto che avessero la possibilità di farlo": ecco i punti principali del programma del candidato

RomaToday ha intervistato tutti i candidati in corsa alle primarie del centrosinistra per i Municipi di Roma. Quattro domande per motivare la propria candidatura, spiegare il programma politico e infine una curiosità, chi tra gli aspiranti vedono come nuovo Sindaco di Roma. Ecco le risposte del candidato Germano Bernardini.

Prima di tutto, perchè si candida?

Inizialmente, al mio Municipio ho visto candidarsi tutte persone già coinvolte al suo interno (com'è il caso di Roberto Baldetti, ad esempio, oppure del Presidente della Commissione Scuola) e inoltre, tutti legati al Partito Democratico. Ho deciso di presentarmi proprio per incarnare una scelta diversa, che non rappresenti nè una realtà già all'interno del Municipio, nè tanto meno un legame troppo forte con un partito.

Se dovessimo identificare i 3 problemi principali del suo territorio, il XII Municipio (ex XVI), quali sarebbero?

Credo che le grandi criticità del mio territorio siano prima di tutto la situazione della discarica di Malagrotta, il mercato di Porta Portese e, più in generale, una scarsa organizzazione a livello di organizzazione tecnica del Municipio: mi spiego meglio, io vorrei vedere nell'amministrazione pubblica una entità che sia in grado e capace di dare delle risposte pratiche e veloci alle esigenze dei cittadini, cosa che invece attualmente non accade.

Quali sono invece le prime tre proposte concrete che vorrebbe attuare appena eletto?

Prima di tutto, vorrei che i cittadini si sentissero liberi di prendere iniziative e non solo in ambito politico, ma anche proprio in senso civico e sociale; e, ovviamente, che avessero la conseguente possibilità di farlo. Ecco perchè, per tornare alla sua domanda, vorrei puntare a una maggiore trasperenza di azione e decisione da parte dell'amministrazione pubblica, così come maggiore collaborazione sinergica tra le diverse strutture burocratiche, un sistema di risposte più rapide e certe in riferimento alle istanze dei cittadini e, non per ultimo, un controllo preciso e costante sul flusso di cassa per le spese del Municipio.

Un'ultima domanda: chi appoggia alle Primarie in Campidoglio? E perchè?
 
Mi sento di appoggiare Sassoli e Marino. David Sassoli perchè lo conosco personalmente ed è una bravissima persona; di lui ammiro molto il fatto di essere sempre così pacato e calmo. Ignazio Marino, invece, lo vediamo spessissimo in televisione, lo trovo molto simpatico.

TUTTE LE INTERVISTE AI CANDIDATI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie nel XII Municipio (ex XVI): intervista a Germano Bernardini

RomaToday è in caricamento