Elezioni

Alemanno: "Pronto a ricandidarmi a sindaco nel 2013 ma pretenderò le primarie"

A differenza dei compagni del PdL Gianni Alemanno guarda con favore al ripristino delle primarie e si dice pronto a ricandidarsi a sindaco nel 2013

Nonostante la scia di polemiche lasciata dal nubifragio del 20 ottobre e i manifesti che lo invitano a dimettersi, Gianni Alemanno si dice pronto a ricandidarsi a sindaco, a patto che vengano reintrodotte le primarie. "Le preferenze sono una conditio sine qua non per avere una nuova legge elettorale. Se fosse necessario, sono pronto a lanciare una grande petizione per reintrodurle nel sistema", dichiara il sindaco di Roma al Corriere della Sera.

Riguardo all'ostitlità alle preferenze mostrata dai compagni del PdL, Alemanno commenta: "Ricordo che nel 2007 fu lanciata una petizione per il ripristino delle preferenze, nell'ambito di Compagnia delle Opere. La firmarono, tra gli altri, Roberto Formigoni, Francesco Cossiga, Giulio Andreotti, Mario Mauro, Sergio Romano e Giorgio Vittadini. Se è necessario, sono pronto a lanciare una nuova petizione". Il primo cittadino capitolino ha anche mostrato di concordare con il segretario del PdL, Angelino Alfano, sulla necessità di indire le primarie nel partito.
"Sono pronto a ricandidarmi a sindaco nel 2013 – ha concluso fiducioso Alemanno – ma pretenderò di passare attraverso il meccanismo delle primarie. E conto di vincerle".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alemanno: "Pronto a ricandidarmi a sindaco nel 2013 ma pretenderò le primarie"

RomaToday è in caricamento