Elezioni Comunali 2012: Provincia di Roma

Milvia Monachesi: "La partecipazione al centro della mia Castel Gandolfo"

Milvia Monachesi è il candidato sindaco del Partito Democratico di Castel Gandolfo sostenuta dalla lista "L'arcobaleno". Attualmente nella giunta del sindaco Colacchi ricopre la carica di assessore alla scuola e ai servizi sociali

Milvia Monachesi candidata sindaco di Castel Gandolfo

Milvia Monachesi è il candidato sindaco del Partito Democratico di Castel Gandolfo e si presenta in queste elezioni con la lista "L'arcobaleno", Negli ultimi venti anni ha ricoperto diverse cariche amministrative, è stata vicesindaco, assessore all'ambiente e all'urbanistica. Nella giunta che si appresta a concludere il suo mandato ha ricoperto la carica di assessore alla scuola e ai servizi sociali.

Se dovesse tracciare un bilancio del lavoro svolto come assessore ai servizi sociali, quali sono stati gli interventi principali?

Io sono assessore dal 1993 e ho iniziato proprio occupandomi dei servizi sociali, iniziando tutto da zero. Non c'era un ufficio né tantomeno un'assistente sociale. Oggi invece i servizi sociali di Castel Gandolfo sono a pieno regime con un ufficio, un regolamento, un'assistente sociale ed erogano regolarmente i fondi. Negli ultimi cinque anni si è fatto un grande lavoro di sostegno alle persone non solo in difficoltà, ma ci siamo occupati anche di iniziative di promozione sociale per l'infanzia e la terza età. Abbiamo lavorato per il supporto psicologico in caso di affido, adozioni, separazioni, sono stati erogati fondi, progetti intercomunali e di assistenza domiciliare. Un lavoro enorme a favore delle persone. Il mio orgoglio più grande è quello di aver fatto aprire un consultorio per le famiglie, che sarà inaugurato a maggio dopo le elezioni per evitare polemiche. Per le scuole abbiamo ristrutturato quelle esistenti e abbiamo ottenuto un finanziamento per l'apertura di una scuola pubblica elementare a Castel Gandolfo, visto che attualmente vi è solo la Paolo VI, privata.

Intervista a Giovanni Fiandra candidato sindaco Sinistra e Progressisti per Lanuvio
Se dovesse descrivere la lista che la sostiene e tre punti fondanti del suo programma elettorale, cosa metterebbe in evidenza?

Il primo punto che è poi la parola d'ordine è la partecipazione, il lavoro svolto dalla passata amministrazione sarà un terreno fertile per far partire azioni nuove puntando molto sul sociale, vista la mia esperienza di assessore e di donna. La prima cosa che farò sarà quella di istituire i comitati di quartiere nelle diverse zone di Castel Gandolfo, molto frammentata territorialmente per poter costruire insieme un tessuto di comunità che ancora manca. Il secondo punto è quello di uniformare il paese da un punto di vista dei servizi, soprattutto nei servizi e dotate di quello che manca per cui sarà necessario un nuovo piano regolatore. Il terzo punto è quello del turismo e da questa risorsa dobbiamo ricavare lavoro attraverso le cooperative di servizi per dare lavoro ai giovani e da un lato creare entrare per il comune. Ho il rimpianto di arrivare alle elezioni senza un piano regolatore approvato che ho predisposto nel 2007 quale assessore all'urbanistica e quella delle spiagge che si ricollegano al tema dello sviluppo. Tutto questo dipende dalla Regione e sarà mio impegno sbloccare il tutto una volta eletta sindaco.

Proprio il turismo e ambiente sono temi centrali per Castel Gandolfo in modo particolare per la tutela del Lago. Cosa prevede il suo programma per questi due argomenti?

Su questo punto ho fatto una puntalizzazione sul programma: il lago è nostro, anche se appartiene formalmente alla Regione  di fatto è nostro siamo noi a vederlo e a conviverci. Le difficoltà del lago non sono solo quelle connesse all'abbassamento delle acque, ma anche quelle legate al dissesto idrogeologico, il degrado delle spiagge e le alghe tossiche. Ci sono molti problemi da risolvere su cui bisogna darsi da fare. Il lago è legato al turismo perché è il nostro pregio ambientale e quindi dobbiamo puntare sul recupero delle spiagge e promuovere sul turismo qualificato. Ultimamente ci sono stati atti di vandalismo come l'accensione di fuochi e l'uccisione delle papere, atti che vanno repressi. Bisogna creare un collegamento tra Castel Gandolfo centro, la stazione e il lago attraverso molto probabilmente una cremagliera. Si potrebbero promuovere pacchetti turistici in tal modo. Chiederemo la gestione delle aree degradate del Coni per la realizzazione di eventi, anche nel periodo invernale.

Intervista a Paola Ceccarelli candidata sindaco Castel Gandolfo per Voglia di Cambiare
Se dovesse essere eletta sindaco, quali le priorità nei primi 100 giorni di governo?

Potrebbe interessarti: https://www.romatoday.it/politica/elezioni/2012-comuni-provincia-roma/intervista-paola-ceccarelli-candidato-sindaco-castel-gandolfo.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Sicuramente il piano regolatore e del lago e andare in Regione a bussare. Da un punto amministrativo sarà quello di capire le esigenze cittadine e organizzare la macchina amministrativa, approvare il bilancio entro giugno e creare i comitati di quartiere.



Potrebbe interessarti: https://www.romatoday.it/politica/elezioni/2012-comuni-provincia-roma/giovanni-fiandra-candidato-sindaco-lanuvio.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milvia Monachesi: "La partecipazione al centro della mia Castel Gandolfo"

RomaToday è in caricamento