Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Elezioni, vitamina "C." per Roma

"Meloni, Fassina, Bertolaso, Raggi il pressapochismo della Politica. La Cittadinanza scende in campo"

A Roma con la candidatura della Meloni si è sancita la morte del centrodestra che segue già quello avvenuto a sinistra con la fuoriuscita (ed anche in quel caso con la candidatura)di Fassina. A questo pressapochismo della Politica, che non sta facendo altro che favorire il "Raggi-ramento" di molti cittadini a favore della candidata Grillina, il Movimento della Cittadinanza si distanzia. "Ci meravigliamo di come non si faccia altro che parlare di Toto/nomi e strategie nazionali tralasciando dal dibattito gli enormi problemi della capitale e soprattutto i programmi con cui gli aspiranti sindaco intendono risolverli", commenta il coordinatore del Movimento C.

Ed è per questo che alle elezioni di Roma non ci saranno solo i Soliti Noti. Ci saranno anche loro,la Cittadinanza,con una Lista del Movimento C che non sara' presente solo per il Campidoglio ma anche in tutte le Circoscrizioni.

Il movimento della cittadinanza, detto brevemente "C" come "Cittadini", presenti da alcuni mesi (il movimento è nato l’11 Luglio 2015) come risposta italiana alla Mala Politica. CITTADINI C è un movimento anti-casta espressione della società civile e dei Cittadini, che, non limitandosi alle mere azioni di protesta si pone in forte antitesi con il, già noto, movimento grillino e punta ad una politica ed ad una azione propositiva nell’interesse e per il benessere dei cittadini.

Ciò che caratterizza il movimento della cittadinanza e lo distingue dagli altri è l’applicazione concreta e vera della democrazia partecipativa, l’assenza di leader indicati (ogni cittadino dopo un iter d’accettazione e revisione e’ leader della propria idea), l’espressione di un desiderio di rinnovamento radicale, il rifiuto per le formazioni politiche classiche, i loro riti, i loro scandali ricorrenti, in cui ormai, dopo l’exploit mediatico e numerico iniziale, inseriscono anche i grillini.

Ci siamo impegnati,continua il coordinatore, sul territorio con moltissime iniziative di piazza(dal famoso #StopGiubileo alle proteste per il superamento di Dublino3)abbiamo investito nelle periferie incontrando cittadini in quasi tutte le circoscrizioni per avere il contatto diretto con le problematiche del territorio e stiamo completado una Lista di Candidati che rappresentera' lo spaccato della societa' Civile Romana.

Cosa si propongono di fare?

Concorrere a definire una nuova progettualità per la città. Non un “libro dei sogni”, o la solita raccolta di centinaia di proposte scollegate e velleitarie.Non le solite scoperte dell’acqua calda che in campagna elettorale dicono tutti. Ma, al termine di un serio lavoro,siamo arrivati ad avere un programma di radicale riorganizzazione della macchina dell’Amministrazione Comunale, delle sue aziende e dei sistemi dei servizi da erogare.Tutti noi Cittadini ormai sappiamo cosa funziona(poco)e cosa non va.Non serve che ce lo spiattellino in diverse salse le varie compagini Politiche.Noi cittadini lo sappiamo perche’ lo viviamo sulle nostre spalle tutti i giorni e crediamo che sia arrivato il Momento che a risolvere i Mali della Capitale siano i Cittadini stessi.

Proporremo per chi vorra' sostenere la nostra Lista, un Patto dei doveri della Cittadinanza e non solo dei diritti dei cittadini. Questa riorganizzazione della “Roma della Cittadinanza” guardera' a una visione del futuro della Capitale a 10 anni (posizionamento strategico; fonti di reddito, creazione di lavoro, attrazione di investimenti). Sarà definita secondo valutazioni aggiornate sul piano economico, demografico, statistico. Risponderà a delle scelte prioritarie, individuate in sei aree:

Trasformazione urbana; infrastrutture; manutenzione straordinaria.

Innovazione: tecnologie e imprese; la città della conoscenza per migliorare la vita di tutti.

Come deve funzionare la Capitale d’Italia (Città Metropolitana, Distretto-Regione, poteri dei municipi);Roma Capitale Internazionale.

Turismo e Cultura. Organizzare la bellezza della Città Eterna per produrre sviluppo e buoni posti di lavoro.

La Salute e la metropoli; una rivoluzione di servizi, tecnologie, produzione, ricerca, per migliorare cura e assistenza.

Riformare, riorganizzare e risanare il Bilancio e le Aziende; rendere efficiente, più semplice, trasparente e verificabile l’Amministrazione

Far emergere la cittadinanza – sia giovani prima esperienza che anziani dotate di esperienze qualificate – in grado di mettersi al servizio della città. E’ finita l’epoca fallimentare di candidature personali; di asseriti “salvatori della Patria” o di meri “Volti Pilotati” i quali, piuttosto che scegliere persone competenti per svolgere i difficili compiti necessari, creano ristretti gruppi di potere, lontani dal concreto rapporto con Roma e i suoi problemi crescenti. Le persone che aderiscono al Movimento della Cittadinanza assicureranno un contributo gratuito e metteranno il loro impegno a disposizione delle candidature per il governo di Roma che saranno coerenti con questo approccio: animato da visione strategica, da partecipazione democratica e civica, da concretezza progettuale e tecnico-amministrativa, e da un autentico amore per Roma. Per la nostra Roma, una città straordinaria, consapevole di essere una Capitale universale – e decisa a tornare ad essere rispettata in Italia e nel mondo e questa visione non puo’ che essere ancorata alla “normalità”della cittadinanza,alla normalita’ di cittadini comuni,alla normalita’ di una quotidiana, onesta e corretta – e non corrotta – ordinaria ed efficiente amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, vitamina "C." per Roma

RomaToday è in caricamento