Sabato, 13 Luglio 2024
Politica

Caos elezioni, Gualtieri istituisce una commissione sui disservizi del sistema informatico di Roma

Anche se ai fini legali della proclamazione degli eletti non ci sono stati ritardi il primo cittadino vuole capire cosa abbia causato il bug che ha mandato in tilt le elezioni a Roma

Una commissione per capire cosa abbia scatenato il caos al momento della comunicazione dei voti durante le elezioni europee 2024. Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha firmato l’ordinanza che istituisce la commissione che farà luce sui problemi al sistema informatico che si sono verificati nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 giugno. Il software utilizzato per inserire i risultati “ufficiosi” delle urne elettorali, a causa di un bug, ha paralizzato le operazioni all’interno dei seggi. Presidenti, scrutatori e dipendenti non sono riusciti a comunicare i risultati perché il programma non funzionava. Il risultato è stato che Roma è stata l’ultima città europea a far sapere ai cittadini l’esito del voto per il rinnovo del parlamento di Strasburgo.

Sebbene, come sottolineato dal Campidoglio in una precedente nota, a livello legale tutte le operazioni si siano svolte regolarmente e nei tempi, il caos scatenato dai problemi ai sistemi informatici ha costretto le persone impegnate nei seggi a rimanere chiuse nelle sezioni fino alle 4 di notte di domenica. Ora Gualtieri vuole fare luce su quanto accaduto visto che, nell'ordinanza firmata, si parla di un "guasto informatico" che ha impedito la trasmissione dei dati al ministero degli Interni, "determinando un grave disservizio e ritardo nella comunicazione dei dati di spoglio". L'amministrazione è stata costretta a raccogliere "tutti i dati elettorali e completare il lavoro di immissione dati presso la Fiera di Roma", operazione che si è conclusa "entro la mezzanotte di lunedì 11 giugno". 

Commissione

La commissione servirà “per analizzare e valutare i disservizi informatici e organizzativi che si sono verificati durante la fase di comunicazione ufficiosa dei dati al ministero dell’Interno, seguita alle operazioni di voto per le ultime elezioni europee” scrive il Campidoglio in una nota.

Ordinanza commissione accertamento elezioni europee-2

La Commissione, si spiega ancora, “verificherà la corretta implementazione e gestione del sistema informativo rispetto a quanto previsto dal contratto, la documentazione di progetto e di tutti gli atti e verbali sugli stati di avanzamento delle attività, esiti di conformità e collaudo delle componenti applicative. Inoltre, valuterà le modalità organizzative degli uffici e le problematiche dovute al sistema informativo all’origine dei disservizi”. Entro 10 giorni dovrà essere consegnato al sindaco un primo report e, entro 30 giorni, arriveranno i risultati completi attraverso una relazione dettagliata.

Per presiedere la commissione è stato scelto un esperto esterno all’amministrazione, l’ingegnere Luca Ventura, dirigente dell’area protezione tecnica dei servizi e dei sistemi dell’Agenzia per l’Italia Digitale. Nominati anche due componenti dell’amministrazione capitolina: Gianluca Viggiano, vicesegretario generale vicario e Angelo Ottavianelli, direttore del dipartimento organizzazione e risorse umane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos elezioni, Gualtieri istituisce una commissione sui disservizi del sistema informatico di Roma
RomaToday è in caricamento