Politica

Ecopass, l'assessora Meleo è a Tokyo: la delibera slitta ancora

Terzo rinvio per la delibera che impegna la Giunta a realizzare una congestion charge

Il voto sulla cosiddetta congestion charge slitta ancora. A far saltare per la terza volta l'approvazione della proposta di delibera 75/2018, a prima firma del presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale, Enrico Stefano (M5S), contenente le 'Linee guida in materia di pedaggio veicolare', è stata l'assenza dell'assessora alla Mobilità Linda Meleo, in visita istituzionale a Tokyo. Dopo tre sedute d'Aula totalmente dedicate al provvedimento che impegna la Giunta a introdurre entro due anni il pagamento di una tassa per accedere con le auto private all'interno dell'anello ferroviario, la conclusione dell'iter dovrà aspettare. 

L'assenza è stata lamentata a più riprese dalle opposizioni e oggetto anche di una pregiudiziale, bocciata dalla maggioranza. Alla fine in conferenza dei capigruppo è stato trovato un accordo: l'Aula ha terminato il voto a batteria degli emendamenti, ma le dichiarazioni di voto e la votazione finale avverranno nella prossima seduta, alla presenza, appunto, dell'assessore Meleo. 

Attacca la consigliera del Pd, Ilaria Piccolo: "L'assenza di Meleo evidenzia un attrito tra la Giunta e il Consiglio visto che si tratta di un provvedimento che la maggioranza ha definito 'storico'. Ribadiamo la nostra contrarietà a questo provvedimento estemporaneo. E' una questione di priorità: è necessario realizzare il piano parcheggi, il piano sosta, il piano merci, il potenziamento del tpl, il piano per la sicurezza stradale, la fluidificazione della rete portante, tutte cose inserite nel Pgtu votato nel 2015 che vorremmo vedere attuato nel suo complesso". 

Contraria al provvedimento Fdi: "La manovra dietro la maschera del solito inglesismo nasconde una vera e propria tassa di circolazione per i romani. Un provvedimento del genere avrebbe senso solo dopo un serio lavoro di potenziamento e rafforzamento del trasporto pubblico. I grillini stanno facendo calare nel silenzio un provvedimento che sebbene entrera' in vigore tra due anni, avr conseguenze disastrose per l'intera città" le parole degli esponenti di Fdi in Campidoglio, Andrea De Priamo capogruppo, i consiglieri Lavinia Mennuni e Francesco Figliomeni, Rachele Mussolini lista civica 'Con Giorgia'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecopass, l'assessora Meleo è a Tokyo: la delibera slitta ancora

RomaToday è in caricamento