Riqualificazione edilizia ed energetica, Ater e la Sapienza firmano l’accordo: partono nuovi stage

Laureandi e dottorandi a disposizione di Ater per applicare ritrovati tecnologici e scientifici nel campo dell’edilizia

Favorire la riqualificazione edilizia ed energetica degli immobili Ater, puntando sul contributo della scienza. L’Azienda di edilizia residenziale ed il  Centro Interdipartimentale Territorio Edilizia Restauro Ambiente (C.I.T.E.R.A.) dell’Università “La Sapienza” hanno appena ufficializzato un accordo di collaborazione.

Gli stagisti de La Sapienza

Nella progettazione degli interventi di adeguamento sismico e di efficientamento energetico, Ater potrà contrare su una squadra di 35 laureandi e diplomandi. Si tratta di risorse umane, altamente qualificate, che torneranno utili nel decidere come implementare le possibilità offerte dal Superbonus e dal Sismabonus. Non solo.

La tecnologia al servizio di Ater

Il contributo degli universitari verrà impieganto anche per utilizzare metodologie e tenologie digitali da applicare all’edilizia. In particolare nella progettazione degli interventi di rigenerazione urbana, con il ricordo al Building Information Modeling (B.I.M.) che permette di lasciare una traccia informatica degli interventi realizzati nel corso del tempo. In modo da ottimizzare e programmare, in maniera più efficace, le manutenzioni da garantire al patrimonio immobiliare di Ater.

Adeguamento sismico ed energetico

“La collaborazione fra Ater Roma e Università La Sapienza permetterà di favorire programmi di studio e formazione per la valorizzazione del patrimonio residenziale pubblico, con particolare attenzione alla progettazione degli interventi di adeguamento sismico ed efficientamento energetico degli edifici, che potranno essere promossi grazie agli incentivi previsti dal Governo con il decreto Rilancio” ha commentato Massimiliano Valeriani, assessore all’Urbanistica e alle Politiche abitative della Regione Lazio.

Ricerca e formazione

Sul piano formativo gli stagisti potranno usufruire d’incontri con la Direzione Lavori per le attività dei cantieri. E dal canto loro potranno fornire supporto scientifico nella definizione di linee guida per la pianificazione e attuazione degli interventi di riqualificazione edilizia ed energetica. Il contributo dei 35 stagisti sarà anche nella redazione di documenti tecnici digitali degli edifici con l’utilizzo di metodologie avanzate quali droni e telerilevamento.

“Vogliamo promuovere la ricerca e l’alta formazione applicate all’edilizia pubblica nella certezza di poter avere un importante contributo di competenze scientifiche e di fornire agli studenti occasioni di crescita professionale e di esperienza sul campo – ha commentato dichiarato Andrea Napoletano direttore generale di ATER Roma -  E’ un ulteriore impulso al lavoro di ATER per migliorare il tessuto urbano e la qualità dell’abitare a Roma”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento