Politica Eur

Ecclestone boccia Roma e Alemmano: il Gran Premio non ci sarà

Con una lettera indirizzata ad Alemanno, Bernie Ecclestone mette una pietra tombale sul Gp a Roma. L'Italia ha già il suo Gran Premio a Monza. Il Fom punta sui circuiti tradizionali

Non ci sarà la Formula 1 a Roma. Quello che già Montezemolo aveva fatto intuire si è concretizzato con una lettera che Bernie Ecclestone, gran capo del circo della Formula 1, ha inviato al sindaco Alemanno.  A riportarlo è La Repubblica. La motivazione principale, ma anche quella più diplomatica è che in Italia un Gran Premio già c'è, quello di Monza, e che quel circuito è ormai ritenuto storico e intoccabile, sia dagli addetti ai lavori che dagli spettatori. Per questo le intenzioni della Fom, la società che gestisce le gare, sarebbero quelle di puntare sui circuiti tradizionali.

Dietro a questo però ci sono anche profonde motivazioni economiche che riguardano il mondo della Formula 1, universo in espansione e ricco, ma che si regge su equilibri precari e che conviene stimolare solo con tocchi sicuri. In un periodo in cui le case automobilistiche vanno al risparmio, si litigano gli sponsor e gli spalti dei circuiti sono sempre più vuoti, portare la Formuala 1 a Roma non sembra un'idea geniale. Anche perché, Monza si inserisce nel trittico europeo con Montecarlo e Spa, ma soprattutto perché prima di dare un secondo Gran Premio all'Italia, ci sarebbero altri paesi, ben più ricchi e senza Gp in fila.

Persino Montezemolo non è mai stato così entusiasta all'idea di un gran premio a Roma, al quale ha sempre fatto intendere che ne preferirebbe uno negli Stati Uniti, per rilanciare il mercato automobilistico e che, messo di fronte a una scelta, preferirà sempre Monza.

A questo punto, viene da chiedersi se gli organizzatori Roma Formula Futuro non abbiano in tutto questo tempo lottato contro i mulini a vento e, vista la presenza di Monza in Italia e le posizioni di Montezemolo, ci si chiede anche se questa lotta senza esito sia stata consapevole o meno.


Brutta notizia quindi per Alemanno che, dopo lo scioglimento della giunta e i problemi economici del Campidoglio, si ritrova senza un progetto che voleva fortemente e che, forse, una vera fattibilità non l'ha mai avuta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecclestone boccia Roma e Alemmano: il Gran Premio non ci sarà

RomaToday è in caricamento