menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Dopo di noi”, la Regione inaugura nuove abitazioni per persone con grave disabilità

Taglio del nastro in due nuove strutture. Ass. Alessandra Troncarelli: “Così avranno vita serena anche quando loro familiari non potranno prendersene cura”

Taglio del nastro a due nuove unità immobiliari destinate alle persone con grave disabilità. L’iniziativa, che rientra nel progetto del “patriomonio solidale”, si è svolta il 31 marzo nella zona di Osteria nuova, nel Municipio XV.

Il patrimonio solidale

Le abitazioni, situate in via Antonio Furlano, riproducono ambienti familiari e contengono le stanze per i ragazzi, sale e percorsi sensoriali, ambienti comuni in grado di favorire le relazioni tra i presenti. "Anche se sotto covid - ha spiegato Zingaretti - abbiamo voluto inaugurare oggi questa struttura perche' quello che sta nascendo nel Lazio e' molto importante. Noi lo chiamiamo 'il patrimonio solidale', dove per patrimonio si intende in questo caso qualcosa di molto concreto: 23 unità immobiliari di cui 17 già aperte. Una rete di immobili che ospiteranno, grazie alla famiglie e alle associazioni, persone che hanno gli stessi diritti di tutti di vivere la propria vita al meglio e con pieni diritti".

Il "Dopo di Noi" a Roma

Le due unità fanno parte della “Case del Dopo di Noi” che, nel Lazio, si stanno aprendo anche grazie al contributo dell’APS Asilo Savoia. “La Regione Lazio e' stata la prima a recepire la legge nazionale sul tema del 2016 e ha lavorato concretamente e alacremente per rendere effettivo questo piano che rappresenta una grande conquista di civiltà. Si rimane basiti nel ricordare che nel 2019 il Campidoglio guidato da Virginia Raggi ha restituito alla Regione le somme destinate al Dopo di Noi per incapacità di spesa, perchè -ha dichiarato la consigliera regionale Marta Bonafoni - non riuscivano a impostare un piano di ristrutturazione degli appartamenti da destinare ai disabili. Su Roma quindi la Regione ha agito in autonomia, investendo 1,4 milioni grazie all'Asilo Savoia, recependo le esigenze manifestate da famiglie e associazioni”

La serentià dei famigliari

“Questa giornata - ha commentato  l’assessora alle politiche sociali Alessandra Troncarelli.- è la testimonianza di come la Regione Lazio sia in prima linea nel mettere in campo tutte le misure di assistenza necessarie perché le persone particolarmente fragili possano vedersi garantita una vita serena anche quando i propri genitori o i familiari non possono prendersene cura o non potranno più farlo”. Ed è proprio questo il senso della legge dedicato al Dopo di Noi. Riuscire a garantire la serenità ai famigliari delle persone con disabilità sapendo che, le istituzioni, provvederanno al loro futuro. Per questo, l'apertura di ogni singola struttura, rappresenta una buona notizia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento