Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Roma blindata per 24 ore, Trump lascia la Capitale e la viabilità torna alla normalità

Il presidente Usa e la First Lady sono decollati a bordo dell'Air Force One alle 14:12 all'aeroporto di Fiumicino. Oggi gli incontri con Papa Francesco, Mattarella e Gentiloni

Foto Ansa

Donald Trump e la moglie Melania hanno concluso la loro visita a Roma. Mr President e la First Lady sono arrivati alle 14:12 all'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino, a bordo dell'Air Force One per volare alla volta di Bruxelles dopo una lunga giornata dove si sono susseguiti incontri. Con loro anche Ivanka Trump che lascerà la Capitale domani. 

L'INCONTRO CON PAPA FRANCESCO - Dopo l'arrivo, ieri sera all'aeroporto di Fiumicino, la lunga giornata della delegazione degli States è iniziata attorno alle 8:20 circa quando Trump ha raggiunto in Vaticano Papa Francesco: "È un grande onore essere qui". Queste, secondo fonti di stampa statunitensi, le parole pronunciate stamane dal presidente Donald Trump al momento della stretta di mano con Papa Francesco. A salutare Bergoglio è stata anche la First Lady Melania, vestita di nero, con un velo di pizzo a coprire il capo, secondo le indicazioni tradizionali per le udienze e le occasioni ufficiali in Vaticano.

Il Papa ha accolto la consorte del presidente con una stretta di mano e, dopo qualche parola, ha benedetto un rosario che gli era stato consegnato. Poi ha salutato la figlia dell'ospite americano, Ivanka, pure in abito nero con il velo, e il suo genero Jared Kushner. Il regalo di Trump al Papa è stato un cofanetto di libri di Martin Luther King, mentre Bergoglio, come avviene con tutti i capi di Stato, ha regalato a Trump l'Amoris Laetitia, l'Evangelii Gaudium e la Laudato sì.

POI I POLITICI - Dopo aver passato la mattinata con il Papa, Trump alle 11:15 si è incontrato con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Con loro, tra gli altri, il Segretario di Stato degli Stati Uniti, Rex Tillerson, il Consigliere per la Sicurezza Nazionale, Herbert Raymond McMaster, e il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano. Poi, alle 12 circa, il summit con il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni dove si è parlato del G7 e del tema del terrorismo, molto sentito in queste ore dopo l'attentato a Manchester.

MELANIA AL BAMBIN GESU' - Mentre Donald era impegnato negli incontri con i politici italiani, Melania, intorno alle 11, ha visitato l'ospedale pediatrico Bambino Gesù. Appena arrivata due bambini le hanno consegnato un bouquet di fiori come benvenuto che la First Lady ha depositato ai piedi della statua della Madonna antistante il Pronto soccorso. A seguire, l'incontro nella ludoteca dell'ospedale con 15 bambini e ragazzi di nove nazionalità diverse. Sulle pareti, accanto alla foto di Papa Francesco, un disegno che rappresenta la Terra circondata da bambini di ogni etnia, con la scritta: 'Chi accoglie uno di questi bambini nel mio nome, accoglie me'. Finiti gli incontri, Melania a Donald Trump sisono quindi diretti all'aeroporto Leonardo Da Vinci. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

STRADE DI NUOVO APERTE - Conclusa la visita del Presidente degli Stati Uniti, nel quartiere Parioli sono sono state riaperte, man mano, le strade che per quasi due giorni erano rimaste chiuse al traffico. Lo stesso vale per la vasta Green Zone tra Piazza della Repubblica e Parioli, compresa Villa Borghese con Viale delle Belle Arti fino al Lungotevere ed un ampio settore del Centro Storico (eccetto Trastevere e Campo de' Fiori) fino a Circo Massimo, Colosseo e Fori Imperiali. 

OK LA MACCHINA DELLA SICUREZZA - Con la partenza del presidente statunitense e della delegazione al suo seguito, sono terminati i servizi di sicurezza messi in campo con l'articolato dispositivo, pianificato dal questore di Roma Guido Marino e condiviso con il prefetto Paola Basilone. Nel corso della visita, tutti gli spostamenti e gli eventi si sono svolti senza criticità, con le forze dell'ordine a vigilare sulla sicurezza dei cittadini della Capitale.

In queste ore, sono state anche consentite, seppur controllate, piccole manifestazioni di dissenso come la proiezione effettuata sulla cupola di San Pietro da Green Peace o lo striscione esposto sul ponte degli Annibaldi, in quanto attuate in forma pacifica e senza alcun rischio. La Polizia è invece intervenuta per un tentativo violento di interruzione del corteo presidenziale ad opera di tre attivisti della rete 'No war'. Resta comunque alto il livello di sicurezza anche perché Ivanka Trump, figlia di Donald, rimarrà a Roma e in serata potrebbe concedersi una cena in Centro o a Trastevere come già fatto ieri

IVANKA A ROMA - La figlia del presidente degli Stati Uniti questa mattina ha visitato la Comunità di Sant'Egidio, incontrando poi le donne vittime della tratta della prostituzione assistite e le operatrici che ne curano il percorso di aiuto. (Qui il video di RomaToday della sua visita).

Un incontro chiesto ufficialmente dagli Stati Uniti d'America e che segue quello tenuto nel giugno 2007 dall'ex presidente George W. Bush. Sant’Egidio è infatti molto nota anche oltreoceano per l’impegno contro la guerra in Sud Sudan e Repubblica Centrafricana. Poi l'incontro con Maria Elena Boschi, sottosegretaria alla presidenza del Consiglio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma blindata per 24 ore, Trump lascia la Capitale e la viabilità torna alla normalità

RomaToday è in caricamento