Rifiuti, Salvini attacca Raggi sulle discariche: "Sto con i cittadini che bloccano le strade"

Sul tema delle discariche il leader della Lega torna alla carica: "Se non sai fare il Sindaco, dimettiti"

Né Civitavecchia, né Colleferro, né altre soluzioni fuori dal Comune di Roma. I rifiuti della Capitale, devono restare nel perimetro capitolino. E’ questo il messaggio che, Matteo Salvini, continua a mandare all’indirizzo della Sindaca. 

In difesa di Civitavecchia

Per la seconda volta in quattro giorni, il leader della Lega ha ribadito la propria vicinanza a Civitavecchia. Il comune portuale era stato individuato da Virginia Raggi, sindaca anche della Città Metropolitana, come quello più adatto ad ospitare mille tonnellate di rifiuti in più al giorno. L’iniziativa, che aveva fatto balzare dalla sedia Ernesto Tedesco, primo cittadino di Civitavecchia, era stata immediatamente respinta al mittente dallo stesso Salvini.

Al fianco di chi protesta contro la Sindaca

Dal comizio organizzato all’Isola d’Elba, il leader leghista è tornato a ribadire il messaggio. "I cittadini di Civitavecchia, di Frosinone e di tutte le province del Lazio in queste ore scenderanno in piazza per bloccare le strade" e "io sono al loro fianco" ha dichiarato Salvini, in diretta su Facebook.

La decisione contestata

"Pensate un po' la mentalità  di certa gente.  Sono stato a Civitavecchia questa settimana, perché il sindaco di Roma Raggi, un genio assoluto, siccome non sa dove mettere mille tonnellate di monnezza che producono a Roma e non vuole i termovalorizzatori, ha firmato una lettera di notte in cui dice 'mille tonnellate da Roma le mando a Civitavecchia', senza avvisare quelli di Civitavecchia".

"Se non sai fare il Sindaco dimettiti"

Il riferimento a Frosinone è invece legato alla richiesta di continuare ad utilizzare l’impianto di Colleferro. Una proposta che, in quel caso, ha incontrato la reazione negativa di chi governa il comune ciociario che, il 15 gennaio, chiuderà definitivamente l’impianto.  "Ovviamente i cittadini di Civitavecchia, di Frosinone e di tutte le province del Lazio, in queste ore scenderanno in piazza per bloccare le strade, perché non è giusto soffrire per l'incapacità di qualcun altro ed io – ha rimarcato Matteo Salvini - sono al loro fianco, perché se uno non è capace di fare il sindaco può anche dimettersi”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • All'Outlet di Castel Romano ora si va in metro: ecco la navetta e il nuovo nome di Eur Palasport

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

Torna su
RomaToday è in caricamento