"Zozzoni" e discariche abusive, Ama accelera su pulizie e rimozioni: ecco quanto costano le bonifiche

Nel 2019 stanziato un milione di euro per ripulire una trentina di microdiscariche. Conti alla mano, quanto investe Roma Capitale per contrastare i comportamenti incivili di alcuni romani

Discarica abusiva. Foto d'archivio

Un milione di euro da gennaio 2019, altri due negli ultimi dodici mesi. Più altri 340mila da impegnare a stretto giro. Sono i fondi stanziati dal Campidoglio per la rimozione delle discariche abusive sul territorio di Roma Capitale. Un bel tesoretto perché Ama possa operare una stretta concreta sul tema. D'altra parte le segnalazioni non mancano. Basta un giro sui social network per scoprire quante volte i romani hanno richiesto l'intervento di Ama per ripulire delle discariche. Si formano ovunque, talvolta anche sotto un distratto occhio elettronico. Bonificarle però non è economico.

Le bonifiche effettuate in 12 mesi

Solo nell'ultimo anno, stando ai dati in possesso di Romatoday, sono stati autorizzati 77 interventi di bonifica di microdiscariche, per un totale di circa 2 milioni di euro impegnati. Il dato va spalmato su dodici mesi, quindi prende in considerazione anche l'ultimo quadrimestre del 2018. Gli interventi effettivamente realizzati, alcuni dei quali ancora in corso, si sono svolti su 54 siti ed hanno consentito di rimuovere circa 3600 tonnellate di rifiuti. Il dato è emblematico dell'impegno profuso nel contrastare la piaga dell'abbandono indiscriminato di sacchetti e ingombranti. 

Ogni giorno rimosse 10 tonnellate

Rimuovere 3600 tonnellete in 12 mesi, equivale infatti a dire che, ogni giorno, vengono raccolti 10mila chilogrammi di rifiuti. Praticamente un tir ogni due giorni. La quantità descritta, che è quella rimossa non quella abbandonata, offre uno spunto anche per misurare il grado di inciviltà di coloro che, anzichè conferire nei cassonetti o nelle isole ecologiche, sversano direttamente in strada.

Gli interventi negli ultimi 12 mesi

Dei 77 interventi di bonifica che sono stati autorizzati nel corso degli ultimi 12 mesi, 15 saranno eseguiti nel corso dell'anno mentre 8 sono poi stati annullati perchè, le aree, non sono risultate di competenza dell'azienda municipalizzata di Roma Capitale.

I fondi stanziati nel 2019

L'inciviltà di quanti scaricano i rifiuti in strada rappresenta una sorta di tassa per il Campidoglio. Anche per l'anno 2019 infatti, a fronte di 31 interventi autorizzati, l'amministrazione ha stanziato un milione di euro. La cifra quindi è in linea con quanto speso anche nel corso degli ultimi 12 mesi. Per quanto riguarda sempre il 2019, Ama ha già eseguito 26 operazioni di risanamento, per una rimozione complessiva di circa 1000 tonnellate di spazzatura. Per altri 24 siti si è concluso l’iter per l’autorizzazione per una cifra da impegnare pari a più di 340 mila euro. Insomma, l'abbandono indiscriminato dei rifiuti, comporta un dispendio importante di risorse umane per l'Ama. E, cosa non meno importante, ha un costo salato per le casse del Comune. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Inseguimento da film sul Raccordo Anulare: in fuga con 93 chili di droga in auto

Torna su
RomaToday è in caricamento