rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica Tivoli

Rifiuti vicino la Villa di Adriano, la Regione Lazio rassicura: "No a discarica macerie"

L'allarme era stato lanciato dal Coordinamento Associazioni e comitati ‘Salviamo Villa Adriana’. Marco Vincenzi: "Una buona notizia che ci riempie di soddisfazione"

A lanciare l'allarme nei giorni scorsi era stato il Coordinamento Associazioni e comitati ‘Salviamo Villa Adriana’: "Torna il pericolo della discarica nei pressi di Villa Adriana a Tivoli". Una allerta che ha riproposto gli spettri di vedere conferire i rifiuti, in questo caso delle macerie dei terremotir di Amatrice ed Accumoli, nell'ex cava di pozzolana che nel 2012 era stata indicata come possibile alternativa, in quel periodo, alla più grande discarica di Malagrotta. La battaglia, vinta da cittadini ed associazioni prese al suo tempo il nome di "No alla discarica di Corcolle-San Vittorino". A distanza di sei anni il nuovo spauracchio, con le rassicurazioni arrivate poco dopo dalla stessa Regione Lazio. 

"No a discarica macerie"

"La Direzione regionale Politiche Ambientali e Ciclo dei Rifiuti ha respinto la richiesta della società 'Immobiliare Agricola San Vittorino' - scrive in una nota la Regiona Lazio - poi volturata in DAF srl, di poter conferire in discarica anche le macerie provenienti dai Comuni colpiti dal sisma. In particolare, la domanda di poter acquisire il codice Cer 200399 per lo smaltimento dei rifiuti provenienti dalle zone di Amatrice e Accumoli, non è stata accolta perchè legata allo stato di emergenza terminato il 28 febbraio 2018. La gestione di rimozione dei detriti, pertanto, proseguirà nel rispetto delle procedure ordinarie".  

Tutela del territorio

A rafforzare la comunicazione arrivata ufficialmente dall'amministrazione guidata da Nicola Zingaretti anche il consigliere regionale del Partito Democratico, ed ex Sindaco di Tivoli per due mandati consecutivi, Marco Vincenzi: "Con la decisione di respingere la richiesta di conferire nella ex cava di pozzolana in prossimita' di Villa Adriana le macerie delle aree terremotate, la Direzione regionale Politiche Ambientali e Ciclo dei Rifiuti fa chiarezza e conferma la netta contrarietà dell'Amministrazione regionale all'apertura di una discarica in uno dei siti storici e archeologici più importanti al mondo. Una buona notizia che ci riempie di soddisfazione e della quale, per altro, non dubitavo vista l'attenzione della Regione per la tutela del territorio e la salvaguardia del nostro patrimonio culturale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti vicino la Villa di Adriano, la Regione Lazio rassicura: "No a discarica macerie"

RomaToday è in caricamento