rotate-mobile
Politica

Discarica, Raggi lancia la sfida agli altri candidati. “Zingaretti la vuole a Roma, io no. E voi?”

La Sindaca ha incalzato i competitor nella corsa al Campidoglio sul tema delle discariche

Chi è che vuole realizzare una discarica in città? La Raggi, dopo gli arresti dirigente regionale Flaminia Tosini e dell’imprenditore dei rifiuti Valter Lozza, ha ritirato la disponibilità a realizzarla nell’ex cava di Monte Carnevale nella zona di Malagrotta.

Il ricorso perso al TAR 

Niente Malagrotta Bis quindi, e niente discariche sul territorio cittadino perchè la posizione della Raggi, dopo la vicenda di Monte Carnevale, è diventata intransigente. Ma ora c’è un pronunciamento del TAR che riapre la questione. Roma Capitale aveva infatti presentato un ricorso contro l’ultimatum ricevuto, lo scorso maggio, dalla Regione. L’ente governato da Nicola Zingaretti aveva infatti dato al Comune due mesi di tempo per trovare, nel proprio perimetro, le aree destinate a realizzare la discarica. In mancanza dell’indicazione attesa, sarebbe scattato il commissariamento. Raggi però si è ribellata. Ha presentato un ricorso. Ed ha perso.

Zingaretti ed il commissariamento

La bocciatura del TAR ha di fatto aperto le porte al commissariamento. “Ancora una volta - ha commentato la notizia il presidente Zingaretti - attraverso il commissariamento che servirà a definire il piano impiantistico, ci assumeremo noi la responsabilità di affrontare e risolvere i problemi della nostra Capitale”. La posizione del governatore è chiarissima. La Raggi però vuole sapere, a questo punto, quale sia quella degli altri competitor impegnati nella corsa al Campidoglio.

Raggi incalza gli altri competitor

“Zingaretti vuole una discarica a Roma. Io mi opporrò con tutte le mie forze” ha annunciato la sindaca, prima di incalzare gli altri candidati alla fascia tricolore. A partire dall’ esponente del Partito democratico. “Roberto Gualtieri esci allo scoperto: dove vuoi farla? Sei d'accordo con Zingaretti? Sono mesi che te lo chiedo. Prendi una decisione, tua…”. Poi la sindaca si è rivolta agli altri competitor. “Carlo Calenda, Enrico Michetti, che dite? Anche voi d'accordo con Zingaretti?”. La questione è posta. Ma in parte le risposte sono già note.

Gualtieri e le discariche

Nel suo programma elettorale Roberto Gualtieri non fa mistero del fatto che voglia realizzare delle discariche. Il candidato di centrosinistra in realtà prevede di affrontare l’emergenza rifiuti lavorando su due piani temporali. Nell’immediato punta sulla  raccolta strardinaria dei rifiuti e sul noleggio dei tritovagliatori. Però nel medio periodo Gualtieri,  oltre alle soluzioni improntante alla costruzione di un TMB di nuova generazione ed al potenziamento della rete dei centri di raccolta, dichiara nel proprio programma che “saranno individuate anche 2 discariche di servizio temporanee”. E' scritto nero su bianco. Se è vero che la Sindaca gliela sta chiedendo da mesi, è altrettanto vero che, ormai da qualche settimana, la posizione del candidato di centrosinistra è nota. Per Gualtieri, le discariche, vanno realizzate.

Anche la posizione di Calenda, espressa nel corso dell'appuntamento organizzato l'8 settembre dalla FIT CISL, è stata chiarita. Manca di scoprire quale sia quella di Michetti che, da quello stesso incontro, ha deciso di andarsene anzitempo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica, Raggi lancia la sfida agli altri candidati. “Zingaretti la vuole a Roma, io no. E voi?”

RomaToday è in caricamento