Discarica a Valle Galeria, Sottile: “Io e i comitati cosa dobbiamo dirci?”

Il prefetto Sottile intervistato sulla discarica dichiara di pensare unicamente al suo lavoro: organizzare la conferenza dei servizi

Goffredo Sottile, commissario dell'emergenza rifiuti, prepara la conferenza dei servizi che, se darà parere positivo, porterà la nuova discarica a Monti dell'Ortaccio. Il suo sì a un'altra discarica nella Valle Galeria non l'ha reso molto popolare nella zona, ma lui va avanti per la sua strada e si rivolge proprio ai comitati, in modo decisamente netto: “"Con tutto il rispetto per il dialogo e per i cittadini, ma io e i comitati, cosa ci dobbiamo dire?".



In un'intervista rilasciata a Repubblica Sottile parla della conferenza dei servizi e dei comitati dei residenti della Valle Galeria.
Riferendosi alle proteste degli ultimi giorni esordisce: “Sono fuori Roma e non ho visto cosa è successo".
Molta esasperazione d'animo ma nessun problema di ordine pubblico.
"Meno male".
Però c'è chi dice che quel quadrante della città può diventare una "polveriera". I comitati sono pronti alle barricate.
"Bè, questo era prevedibile".
Lei si sta preparando a superare l'opposizione dei residenti?
"Io mi sto preparando solo alla conferenza dei servizi. Quello è il mio lavoro".
Quando la convocherà?
"Nella seconda metà di settembre".
Intanto gli animi si stanno surriscaldando.
"Da mesi sto cercando di dire che la discarica sarà provvisoria, che ci andrà solo rifiuto trattato, che quello che conta è come viene gestita".
Ma dopo 30 anni di Malagrotta, in Valle Galeria non si fidano più. Pensa che incontrerà i comitati?
"Avevo incontrato tempo fa alcuni residenti ma siamo su posizioni distanti".
Non c'è dialogo, insomma.
"No, questo no. Diciamo che il contenuto del dialogo è statico. D'altronde, cosa ci dobbiamo dire, ancora? Loro sanno come la penso io e io so cosa loro vorrebbero".
Cioè, basta discariche in quell'area.
"Ma io ho il problema di risolvere la questione rifiuti di Roma".
I cittadini si metteranno di traverso. Proveranno a bloccare i lavori. Voi a quel punto che farete?
"Vediamo. Se si mettono di traverso, noi comunque sia la discarica la dobbiamo fare".
Pensate a qualche provvedimento ad hoc, come in Campania o in Val Susa?
"Al momento non ne vedo la necessità. E poi in Campania le discariche vennero dichiarate siti militari, ci fu un decreto legge. Attualmente da noi non c'è nulla di tutto ciò. Mi auguro che non succeda niente. Che i cittadini usino la ragione".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento