Politica

Discarica di pile a Villa Pamphili, Manteo (LM): "Perché Maltese non si occupa della sicurezza di Monteverde?"

Sconcerto e preoccupazione. Fa discutere la vicenda del ritrovamento di una discarica interrata nel cuore di Villa Pamphili. Tra i primi a commentare la scoperta e il sequestro dell'area c'è Emiliano Manteo della lista Marchini. L'attivista, in qualità di semplice cittadino, sabato ha partecipato all'iniziativa promossa dall'Associazione Villa Pamphili. L'obiettivo era quello di pulire l'area Acea proprio dentro Villa Pamphili, all'altezza dell'ingresso da Piazza di San Pancrazio. "I rifiuti rinvenuti", commenta Manteo, "dimostrano come la Villa sia ormai abbandonata a se stessa da anni e anni: telai di scooter, marmitte, attrezzi da palestra, sterei, lampadine, siringhe e altra mondezza tra scarti di rom e senza tetto che ormai da anni utilizzano Villa Pamphili a loro piacimento approfittando dell'assenza di controlli". 

"L'assurdità", continua, "è che abbiamo rinvenuto una discarica abusiva di batterie usate interrate. Più si scavava e più affioravano. L'odore sprigionato dall'acido era impressionante. Abbiamo riempito 5 scatoloni da circa 40 chili l'uno, a dimostrazione di come l'area venga utilizzata sistematicamente come discarica da gente senza scrupoli. La cosa è resa ancora più grave dal fatto che in quel punto ci sono i serbatoi dell'acqua dell'Acea (l'effetto cancerogeno lo potete immaginare). Ci siamo dovuti fermare e ho chiamato personalmente gli agenti di Roma Capitale del 12esimo che sono intervenuti tempestivamente e percepita la gravità della situazione non hanno esitato un attimo a mettere l'area sotto sequestro". 

Quindi l'attacco alla Maltese: "Se ne occuperà la magistratura, ma mi faccio una domanda: perché la presidente del municipio 12 del PD Cristina Maltese, anziché andare ad inaugurare moschee in giro per il quartiere, non si occupa della sicurezza e della salute dei cittadini di Monteverde?". 

Non mancano i ringraziamenti all'associazione: "Ringrazio tutti i ragazzi dell'Associazione che da anni si dedicano al bene del loro quartiere senza se e senza ma per puro volontariato: Paolo Arca (il presidente), Gabriele, Adriana, Cristina, Elda, Francesca e Paolo di Retake. Chiedo scusa agli altri di cui non ricordo il nome e spero di avere la possibilità e l'onore di indossare nuovamente la vostra pettorina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di pile a Villa Pamphili, Manteo (LM): "Perché Maltese non si occupa della sicurezza di Monteverde?"

RomaToday è in caricamento