rotate-mobile
Politica Fiumicino

Discarica a Pizzo del Prete: i consiglieri Pdl si autosospendono

In totale gli autosospesi sono 17, tra cui il presidente del Consiglio Mauro Gonnelli e tre assessori della giunta Canapini. "Non accettiamo nessuna decisione imposta dall'alto"

La decisione, arrivata dalla Regione Lazio, di aprire le porte ad una discarica a Pizzo Del Prete, ha scatenato gli animi del Pd, nella giunta Comunale di Fiumicino. Protagonisti di questa protesta sono: il Presidente del Consiglio Comunale, Mauro Gonnelli, 14 Consiglieri della maggioranza di centro destra e tre Assessori, alle politiche sociali Vincenzo D'Intino, al personale Mario Pascone e Luigi Boccaccini ai trasporti. 

Tutti si sono auto-sospesi dai loro incarichi, perché “non accettiamo nessuna decisione imposta dall'alto. Per questo abbiamo deciso di autosospenderci da ogni incarico. Fino a ieri il problema dei rifiuti era presentato con mille soluzioni diverse; oggi come oggi la Polverini ha definito il territorio di Fiumicino come sito per ospitare un nuovo impianto di smaltimento. Esprimiamo la nostra netta contrarietà a qualsiasi decisione presa dall'alto e chiediamo il coinvolgimento di tutta la città e di tutti i comitati cittadini sulla questione". 
 
Nel comunicato i membri del Consiglio spiegano che “la gente aspettava un nostro intervento, e abbiamo atteso per evitare tensioni inutili. Ora che la Polverini ha chiarito la posizione della Regione è il momento di alzare la voce. E per dare forza alla nostra presa di posizione, siamo pronti a sospenderci da tutti gli incarichi amministrativi, e a sospendere i lavori del Consiglio fino a che non sarà fatta chiarezza”. 
 
La protesta si estende tirando in ballo anche il leader del movimento Cristiano Popolari, Mario Baccini: “parliamo anche dei giochetti alle spalle dei cittadini: possibile mai, ci chiediamo, che il leader del movimento Cristiano Popolari Mario Baccini dica pubblicamente di essere contrario all'ipotesi di una discarica a Fiumicino e poi lasci i suoi uomini nei posti chiave dell'amministrazione locale che invece ha preso una posizione diversa? I Cristiano Popolari devono fare chiarezza, altrimenti viene il sospetto che con una mano firmino le decisioni per creare nuove discariche e con l'altra i comunicati stampa che contestano quella decisione”. 
 
Parlando, invece, del Sindaco Canapini: “questa chiarezza la deve pretendere in prima battuta il Sindaco Canapini, impegnato ad esporsi con la propria faccia su una questione tanto delicata. Un Sindaco, smentito dal leader della componente a cui fa riferimento, non è un buon segnale per la città stessa. Canapini sta gestendo una complessa situazione di sviluppo: espansione aeroportuale, portuale, nuova viabilità. E ora anche il caso rifiuti. E' evidente la necessità di condividere il quadro generale dello sviluppo cittadino. Non è più possibile andare avanti a strappi, o in maniera scollegata, c'è bisognio di condividere – e concludono con una battuta - un'idea comune di Comune".
 
(fonte ANSA)
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica a Pizzo del Prete: i consiglieri Pdl si autosospendono

RomaToday è in caricamento