Politica

Atac, bandi per tre ex depositi: "Ospiteranno mostre, eventi e festival"

L'annuncio su Facebook di Virginia Raggi. Le gare per i depositi di piazza Bainsizza, piazza Ragusa e via Alessandro Severo

"Tre ex depositi dell’Atac in disuso, attualmente abbandonati e fatiscenti, torneranno a nuova vita". Lo scrive la sindaca Virginia Raggi sul suo profilo Facebook. "Potranno riaprire le porte, chiuse da tempo, e ospitare mostre, eventi, festival e manifestazioni. Si è infatti concluso il bando con il quale Atac ha chiesto ad operatori specializzati di presentare un’offerta per la valorizzazione urbana di alcune ex rimesse degli autobus". 

Un intervento che rientra nel piano industriale dell’azienda e che interesserà i depositi Vittoria di piazza Bainsizza, Ragusa di piazza Ragusa e San Paolo di via Alessandro Severo che "diventeranno nuovi contenitori di cultura nel cuore della città".

"Il progetto - continua ancora Raggi - porterà nuova linfa ai quartieri ma anche valore aggiunto al patrimonio dell’azienda pubblica dei trasporti. Infatti, saranno a carico del gestore i costi di gestione e vigilanza e anche le opere di manutenzione. L’azienda riceverà parte dei proventi derivanti dall’organizzazione degli eventi. Un saldo positivo per Atac, che migliorerà la possibilità di valorizzazione degli immobili in vista della loro cessione, ma soprattutto renderà vivo e fruibile un patrimonio offrendo nuovi spazi, finora non redditizi, dove creare e diffondere cultura, proporre mostre e laboratori per i più piccoli, creare nuove opportunità di lavoro".

Nelle scorse ore la protesta di esponenti del comitato Mejo de No, contrari al referendum sulla messa a gara del servizio di Tpl in programma il prossimo 11 novembre. Fuori dai depositi di Garbatella, San Giovanni e Prati sono comparsi cartelli con scritto "Vendesi ampia metratura: prezzi modici, speculazione certa. Telefonare Raggi ore pasti 060606".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac, bandi per tre ex depositi: "Ospiteranno mostre, eventi e festival"

RomaToday è in caricamento