Politica Centro Storico / Via del Babuino

"Ex convento a piazza del Popolo torni al Comune": ok a delibera di giunta

La proposta è del vicesindaco Luigi Nieri. L'ex convento è stato concesso in comodato d'uso per 6 anni alla fondazione "Roma Capitale Investements Foundation". Sul tema un'interrogazione di M5S

Viale Gabriele d'Annunzio 100, un ex convento da più di mille metri quadrati con affaccio su piazza del Popolo che rientra nelle disponibilità del Comune di Roma. E’ stata approvata in Giunta una delibera presentata dal vicesindaco e assessore al Patrimonio, Luigi Nieri, che revoca la deliberazione G.C. n. 216 del 25 luglio 2012, con la quale i locali erano stati assegnati, in comodato d’uso per 6 anni, alla Fondazione “Roma Capitale Investements Foundation”

“Riprendiamo possesso di un bene prezioso che ci permetterà di ridurre ulteriormente spese per affitti passivi”. Magari trasferendo nella struttura recuperata gli uffici di via della Vergini, che ad oggi costano al Campidoglio qualcosa come 5 milioni di euro l’anno. 

"L’immobile - spiega Nieri - sarà infatti destinato ad attività istituzionali che oggi sono allocate in strutture che Roma Capitale è costretta ad affittare da privati. Di qui la necessità di revocare la concessione, tenuto conto che, per di più, non sussiste più alcun interesse dell’attuale Amministrazione ad avvalersi dell’attività della Fondazione beneficiaria della concessione in questione”. 

La delibera va incontro alla richiesta del gruppo capitolino a cinque stelle, avanzata tramite interrogazione. Nel testo di M5S si riassumeva brevemente la vicenda dell'immobile. 

"In data 09 novembre 2011 Roma Capitale ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa con società di cui è controllante e altre agenzie o enti statali e parastatali al fine di valutare progetti strategici che abbiano un oggettivo interesse e beneficio per la cittadinanza".

E "in data 26 luglio 2012 è stato sottoscritto in Campidoglio l’atto costitutivo della Fondazione denominata “Roma Capitale Investments Foundation”. I soci fondatori sono Atac, Poste Italiane, Agenzia Spaziale Italiana, Associazione Italia-Cina, Bunkersec Corp, Esri Italia, Etica Solar, Partecipazioni spa, Skyset, Spoleto Credito e Servizi, Valore Impresa. Risorse per Roma ha aderito a titolo di partner istituzionale". 

Gran parte dei progetti definiti "strategici" per la città di Roma non sono mai stati realizzati. "Dal bilancio 2012 della Fondazione - spiega ancora il vicesindaco - risultano 10 progetti analizzati, tutti estremamente ambiziosi ma nessuno dei quali messo in campo, tra cui alcuni cavalli di battaglia della giunta Alemanno: la demolizione e ricostruzione di Tor Bella Monaca e il nuovo Waterfront di Ostia. I progetti riguardano i temi più disparati, dal sistema Arrow Bio per il trattamento e la separazione dei rifiuti, fino al faraonico Museo di Roma da realizzare nei palazzi di via della Greca da realizzare con un investimento stimato in 130 milioni di euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ex convento a piazza del Popolo torni al Comune": ok a delibera di giunta

RomaToday è in caricamento