Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Bilancio, riconosciuti 98,6 milioni di debiti: "Saldiamo i conti del passato"

L'assessore al Bilancio Mazzillo: "Chiedo a tutti di continuare su questa strada, continuando a verificarci, a chiederci conto del nostro impegno che sta andando avanti"

Il primo passo è compiuto. Dopo la bocciatura del bilancio da parte dell'Oref, l'aula Giulio Cesare ha approvato in tempi record 98,6 milioni di debiti fuori bilancio, ovvero uscite del Comune senza coperture del bilancio previsionale. Un passaggio fondamentale per la revisione del bilancio che andrà in aula a gennaio e che l'Oref stesso aveva indicato come prioritario per poter avere conti in regola. Così, dopo vacanze natalizie passate a far di conto, in pochissimi giorni l'aula ha licenziato il provvedimento. 

Esulta la sindaca Raggi che tra un brindisi con i giornalisti e l'abbraccio dei militanti laziali del Movimento, ha anche applaudito in aula il via libera definitivo, salutandolo poi con un tweet. "Riconosciuti 98,6 milioni di debiti fuori bilancio. Saldiamo i conti del passato, più risorse per futuro. Grazie a Giunta e Aula per grande lavoro".  

Più loquace l'assessore al bilancio Andrea Mazzilo sollevato dal rispetto di quella che sembrava una scadenza impossibile da centrare: "Avremmo potuto riconoscere fino a 110 milioni di debiti fuori bilancio (con la delibera da 13 milioni su Acea poi saltata per la mancanza dei tempi tecnici, ndr) ora stiamo riconoscendo altri debiti, abbiamo cominciato un circolo virtuoso. I soli debiti relativi alle residenze sanitarie assistite valevano 30 milioni l'anno prima che arrivasse Raggi. Tronca ne accumulati altrettanti, ma ne ha riconosciuti solo 10, noi da quest'anno non ne faremo più. E non solo in questo settore".

Mazzillo ha riconosciuto l'atteggiamento collaborativo delle opposizioni, che hanno evitato l'ostruzionismo. L'assessore ha inoltre ringraziato gli uffici capitolini, la presidenza dell'Aula e tutti i consiglieri ed ha spiegato che con questo traguardo "l'amministrazione capitolina nel suo complesso ha lanciato un segnale di credibilità e reputazione alla città, non solo a chi ci ha criticato sui tempi. Chiedo a tutti di continuare su questa strada, continuando a verificarci, a chiederci conto del nostro impegno che sta andando avanti". 

Ora l'appuntamento in aula Giulio Cesare è a gennaio con il previsionale 2017, che dopo la bocciatura dell'Oref tornerà in Consiglio emendato. Il bilancio andrà approvato entro la scadenza di legge del 28 febbraio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio, riconosciuti 98,6 milioni di debiti: "Saldiamo i conti del passato"

RomaToday è in caricamento