Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

De Vito: "Non sono corrotto né corruttibile. Su stadio decisioni condivise da intero gruppo M5s"

Le dichiarazioni del consigliere grillino arrestato per corruzione, in carcere dal 20 marzo

Marcello De Vito

"Non sono un corrotto nè una persona corruttibile". Sono le parole di Marcello De Vito, riferite dagli avvocati difensori Angelo Di Lorenzo e Guido Cardinali, nel corso di alcune dichiarazioni spontanee rese ai pm dal carcere di Regina Coeli.

De Vito, arrestato per corruzione lo scorso 20 marzo nell'ambito di un secondo filone dell'inchiesta sullo stadio della Roma, ha raccontato nel dettaglio, spiegano i legali, "i passaggi della procedura che ha portato poi alla delibera sul nuovo stadio della Roma". Precisando "che sul progetto Stadio le decisioni sono state sviluppate e condivise dall’intero gruppo del M5S".

Chi è Marcello De Vito

Parole simili De Vito le aveva fatte arrivare al Campidoglio tramite una lettera scritta dal carcere. "Sono pronto per il giudizio - scriveva in un passaggio del testo - non sono corrotto nè corruttibile e confido nel pieno e positivo accertamento in tal senso da parte della magistratura. Nell'immediato ho provato rabbia e delusione per le parole di abbandono degli 'amici'. Posso dire che ho ricevuto maggiore solidarietà delle persone in queste retrovie che in qualsiasi altro posto".

La lettera di De Vito ai consiglieri M5s

"E' complesso far comprendere quanto queste mura possono insegnarti e farti ragionare sui valori di base - ha aggiunto De Vito - posso dire che sono più forte di prima". Nella missiva anche la comunicazione che non si sarebbe dimesso dalla carica di presidente del Consiglio comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Vito: "Non sono corrotto né corruttibile. Su stadio decisioni condivise da intero gruppo M5s"

RomaToday è in caricamento