menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, due rinforzi per l'assessora Ziantoni: in squadra un eurodeputato m5s non rieletto e un'attivista

Dario Tamburrano e Valeria Allegro nello staff di Ziantoni. Polemiche dal Pd

A lungo i loro nomi erano stati tra i papabili sostituti di Pinuccia Montanari. Attivisti della prima ora, i loro nomi, per un motivo o per l'altro, sono scivolati nell'oblio. Dario Tamburrano, ex parlamentare europeo, e Valeria Allegro, ex assessora del XII municipio e delegata ai rifiuti in Campidoglio da ottobre 2019, entrano a far parte della squadra di Katia Ziantoni, assessore ai rifiuti di Roma Capitale. E scoppia la polemica. Già, perché la mossa, soprattutto nel caso di Tamburrano, viene letta come campagna elettorale. 

Ex europarlamentare, Dario Tamburrano non è stato rieletto nelle elezioni europee del 2019. La sua bocciatura aveva spinto la base romana del Movimento a spingere per la sua candidatura come assessore all'ambiente nel posto lasciato vacante da Pinuccia Montanari dimissionaria a inizio 2019. Un pressing vano perché il posto rimase vacante a lungo e a Tamburrano  fu preferita la poltrona vacante. Fino a settembre 2020 quando dal VI municipio fu pescata Katia Ziantoni. Una mossa questa letta come un tentativo di ricucire con la base del M5s. Ed anche la scelta di Tamburrano andrebbe in questo senso, sebbene la sua militanza e il suo impegno sui temi ambientali ne fanno una figura calzante per espletare il compito indicato nella delibera di assunzione.

Il Pd capitolino attacca: "La campagna acquisti invernale di Virginia Raggi si apre con l'ingaggio dell'ex europarlamentare Dario Tamburrano. L'abile arruolato alla corte di Virginia Raggi e' l'ennesimo non rieletto. Dopo aver ripreso le sue cose in quel di Bruxelles, l'ex eurodeputato M5s entra a far parte dello staff della sindaca. Il suo importantissimo ruolo sara' quello di fornire all'assessore all'ambiente Katia Ziantoni, tutto il supporto necessario e relativo alle alte competenze acquisite come europarlamentare. Le porte del collocamento in Campidoglio si sono aperte anche per le prestazioni irrinunciabili di Tamburrano e costeranno al comune di Roma 55mila euro lordi. Ovviamente il nuovo arrivato, che amplia la schiera di coloro che non hanno piu' un posto nelle istituzioni elettive, vedi i vari Nogarin, Lemmetti, ecc., avra' come compito anche quello di redigere il documento finale del piano di azione per l'energia sostenibile e il clima. Un documento questo si fondamentale da qui a pochi mesi, per il prossimo sindaco. La campagna elettorale della sindaca Raggi ha i suoi costi che ancora una volta ricadono sulle casse comunali e dei romani". 

Diversa la storia di Valeria Allegro. Anche lei attivista, l'ex assessore del XII municipio era delegata di Raggi ai rifiuti. Con l'arrivo della Ziantoni di fatto il suo incarico diventava di fatto ridondante. Necessaria quindi la soluzione, trovata nella scelta di posizionare la Allegro come capo staff della Ziantoni. Il costo per i romani? 89.000 euro annui. 

Il curriculum, anche nel suo caso, è di quelli calzanti. Allegro è stata consulente della commissione bicamerale sui rifiuti nel 2015, ha collaborato a diverse pubblicazioni editoriali sul tema, con un master in diritto dell'Ambiente conseguito a pieni voti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento