Dodici mosse per far ripartire la cultura a Roma: ecco le proposte del Pd

La ricetta è contenuta in una mozione pronta a essere discussa in Consiglio comunale. Il capogruppo Pelonzi: "Cultura dovrà essere al centro della prossima giunta di Roma"  

Teatro chiuso a Roma durante il coronavirus (foto Ansa)

Come far ripartire la cultura nella Capitale, dopo l'emergenza coronavirus che ha di fatto congelato le tante attività che animavano la città. Dalla sospensione di tasse e pagamenti per i gestori delle attività culturali alle offerte sui biglietti per i turisti e al recupero di spazi abbandonati: sono alcuni dei dodici punti individuati dal Partito democratico Roma per dare nuova linfa al settore, elencati in una mozione che dovrà essere discussa in Assemblea capitolina. 

L'atto d'indirizzo è stato presentato questa mattina in una conferenza stampa e indica già un percorso verso il futuro programma del Pd in ambito culturale. "Il modo in cui crediamo che la città debba reagire al Covid-19 e debba cogliere le opportunità date da cambiamenti difficili è già una prima parte della nostra visione su Roma - ha spiegato Andrea Casu, segretario del Pd di Roma - la cultura per noi è uno degli assetti strategici. La presenza di un ministro come Dario Franceschini e del segretario Nicola Zingaretti alla guida della Regione Lazio è per noi già un inizio sul programma del futuro". 

"Rigenerazione ambientale e strumenti che portino a Roma risorse, anche per il settore culturale" sono i punti chiave secondo il capogruppo dem Giulio Pelonzi. Così, "la riqualificazione e la rigenerazione della città, l'adeguamento ambientale e la riqualificazione urbana devono creare lavoro, ma anche rilancio delle attività - ha aggiunto Pelonzi - si può fare molto sulle imprese culturali della nostra città. Noi poniamo nella mozione queste prospettive come seme per quella grande pagina che dovrà essere al centro della prossima giunta di Roma".  

La mozione, per le strutture chiuse a causa dell'emergenza sanitaria, prevede la sospensione della Tari per cinema, teatri e spazi di formazione artistica, del canone per gli spazi di proprietà comunale in affitto ad attività culturali, del pagamento dell'Occupazione di suolo pubblico (Osp), del pagamento delle forniture di energia elettrica. 

Per quanto riguarda la sospensione di tasse e altri pagamenti "i tempi sono quelli di ogni tipo di attività commerciale, abbiamo chiesto un parere agli uffici su questo - ha sottolineato Pelonzi - i tempi di copertura dei decreti di governo vanno dai sei mesi e anche fino a un anno, se fosse necessario, per rispondere agli effetti della crisi. Per questo non abbiamo voluto indicare un tempo nella mozione ma crediamo che non dovrà essere inferiore all'anno". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma non ci sono solo i pagamenti dei tributi. Nell'atto si elencano una serie di azioni necessarie a risollevare il comparto cultura. Aumentare l'interlocuzione tra i livelli istituzionali, sollecitare la riapertura di cinema, teatri e di tutte le attività culturali, garantire un fondo di copertura delle ore di lavoro degli operatori culturali, favorire il recupero delle sale cinematografiche dismesse attraverso il bando Reinventig cities. E ancora attuare accordi per istituire un fondo per le ristrutturazioni a basso impatto ambientale ed energetico, inserire la tecnologia di rete mobile 5G nel settore della comunicazione mobile, favorire l'istituzione del diritto di immagine sui monumenti. Infine, tra le richieste, quella di siglare un protocollo d'intesa con gli esercenti cinematografici per consentire ai turisti di accedere a sconti sui biglietti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento