rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Caos cimiteri, Ama: "Le cremazioni eccedenti saranno esaudite con forme di sepoltura alternative”

La Municipalizzata, alle prese con il trend di decessi in aumento, difende lo sforzo: “Impegno massimo”. Ma non tutti potranno essere cremati a Roma e in tempi brevi

“Le attività cimiteriali sono assicurate e pertanto non si registra alcun collasso o caos”, così Ama replica al nostro articolo di ieri sulle difficoltà del Cimitero Flaminio nella gestione delle salme destinate alla cremazione. Si perchè l’incremento dei decessi ha ingolfato un meccanismo già fragile. 

Troppi morti: le salme restano senza cremazione

Da ottobre al 20 dicembre, nella città di Roma, si sono registrati 9.349 decessi contro i 6.496 dell’analogo periodo del 2019, con un aumento di 2.853 in 80 giorni. “L’impegno delle strutture di AMA – Cimiteri Capitolini è massimo. A differenza di altre grandi realtà italiane che hanno sospeso l’attività crematoria fino ad inizio del 2021 (vedi la chiusura del crematorio di Lambrate a Milano), AMA – Cimiteri Capitolini, d’intesa con Roma Capitale, ha mantenuto attive le linee crematorie, mettendo doverosamente in campo tutte le azioni possibili per garantire le migliori condizioni, sia per la cittadinanza sia per gli addetti cimiteriali, e la massima celerità nell’espletamento delle diverse operazioni. In particolare, presso il cimitero Flaminio – Prima Porta, solo negli ultimi cinquanta giorni (dal 1 novembre al 20 dicembre), grazie al potenziamento di tutte le linee produttive sono state effettuate 2.654 cremazioni per soddisfare la domanda che è andata via via crescendo”. 

Lo sforzo c’è stato ma non basta. Come riportato a RomaToday da un impresario delle onoranze funebri il tetto massimo di salme ricevibili per la cremazione, 200 a settimana, è stato già raggiunto nella sola giornata di lunedì. “Alle 10 del mattino c’erano già 70 ingressi”. A testimoniarlo anche un avviso affisso negli uffici del Cimitero Flaminio, zeppo di errori, ma accompagnato dal timbro ufficiale di Ama: “Dal 29 dicembre non si accetteranno salme per la cremazione”. Il dipendente “autore senza alcuna autorizzazione” del cartello, ha fatto sapere la Municipalizzata, è stato destinato ad altro incarico. 

Cimiteri al collasso, mezza giornata ed è già caos: le salme restano senza cremazione 

Dal Comune più soldi per i cimiteri: lo sprint di Ama per garantire i servizi

Ma il nodo sulle cremazioni resta, nonostante lo sprint tardivo di Comune (2 milioni aggiuntivi destinati ad Ama per i cimiteri ndr.) e Ama. “Le risorse dedicate alle pratiche di cremazione sono state incrementate ed è stata richiesta a tutti i soggetti preposti l'accelerazione dell'iter amministrativo propedeutico. Inoltre, sono stati ricavati e predisposti spazi aggiuntivi alla camera mortuaria per ospitare sia le salme sia i resti mortali”, ossia i famosi container noleggiati per conservare le salme in attesa di cremazione. 

“Per ridurre progressivamente le giacenze delle salme già in attesa di cremazione e rispettare anche tutte le norme di sicurezza per il personale legate all’emergenza Covid-19” , come detto, è stato stabilito il tetto massimo di domande per nuove cremazioni: 200 a settimana. “Per le richieste eccedenti il tetto già specificato alle agenzie funebri, si può optare per impianti fuori dal territorio metropolitano”, previa autorizzazione del Comune di Roma  che richiede un'attesa di circa 20 giorni e il pagamento di una parte della tassa dovuta, “oppure per una diversa forma di seppellimento sempre assicurata all’interno dei cimiteri romani”.

Troppi morti, Ama fissa tetto massimo di cremazioni: 200 a settimana. Le salme rischiano di finire fuori comune

Anche le salme per le quali la richiesta di cremazione non venga presentata entro 5 giorni dall’entrata nel cimitero Flaminio saranno inumate d’ufficio in loco. Dunque a Roma cremazioni sì, ma non per tutti quelli che lo avevano come ultimo desiderio. Almeno non in tempi brevi. “Tutte le richieste di cremazioni eccedenti il numero prestabilito saranno esaudite - lo scrive Ama - con forme di sepoltura alternative”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos cimiteri, Ama: "Le cremazioni eccedenti saranno esaudite con forme di sepoltura alternative”

RomaToday è in caricamento