rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica

Farmer's Market Corviale, i residenti contestano Meleo: "Basta annunci"

I cittadini contestano i ritardi nell'iter che porterà alla riapertura del Farmer's market

I cancelli del Farmer’s Market di Corviale restano chiusi. Lo sono dal 2015. Ma la giunta Raggi ha firmato un progetto con cui si gettano le basi per la sua riapertura. Lo ha fatto qualche settimana fa, ad inizio giugno. Un po’ tardi, secondo i residenti.

Un impegno tardivo

A dare l’annuncio dell’approvazione del progetto tecnico economico di fattibilità, è stata l’assessora ai lavori pubblici Linda Meleo. “Da quando ho acquisito la delega delle Infrastrutture - ha dichiarato Meleo - ho seguito passo passo questa idea, portandola allo sviluppo assieme al Dipartimento SIMU. Ho seguito nel dettaglio il complesso iter amministrativo, che si è concluso nella prima parte”. Meleo ha acquisto la sua delega nel rimpasto di giunta avvenuto nell’autunno del 2019. Vale a dire più di tre anni dopo l’insediamento della Sindaca. 

La contestazione dei residenti

“Bene ha fatto assessore Meleo a riavviare il progetto, a riportarlo a galla dopo quasi 5 anni di governo” ha commentato l’associazione Corviale Domani, che ha scritto una lettera proprio alla titolare delle deleghe ai lavori pubblici. “Oggi però potevamo stare in dirittura d’arrivo” si legge sempre nella lettera. Anche perchè, aver firmato il progetto, significa “aspettare un altro anno e mezzo, se va bene, per veder realizzare l’impegno preso dall’assessora”. E questo significa che “di tempo, al di là degli annunci del Campidoglio - ha spiegato Pino Galeota, presidente di Corviale Domani - nè è stato perso anche troppo”.

C’è poi un altro rilievo che viene mosso all’annuncio dell’assessora grillina. E si riferisce al passaggio in cui spiega, attraverso il proprio post, che  quello di destinare un Farmer’s market, con ufficio postale e farmacia, rappresenta “Un progetto che nasce da un’idea del Municipio XI condivisa con il territorio”. 

I servizi richiesti dai cittadini

Ma la nuova destinazione dello spazio che, fino al 2016, aveva ospitato il mercato contadino, “non nasce dall’idea del Municipio nè è stata condivisa con il territorio” viene obiettato nella lettera. E’ piuttosto il frutto di un’esigenza maturata nel quartiere, perché ad esempio “l’ufficio postale si trova in “una strada secondaria e senza parcheggi” ed anche la farmacia si trova in un punto non facilmente accessibile.

Gli annunci del Campidoglio

Diverso sarebbe invece l’apertura di questi servizi, che si andrebbero a sommare al Farmer’s market, nell’edificio che fino a qualche anno fa era destinato solo al mercato. Si trova in via Mazzacurati, davanti al parcheggio, difronte al “serpentone” ed a fianco alla sede dei vigili e del Consiglio municipale. Difficile pensare ad una struttura più centrale, per il quartiere. Per questo i cittadini, poco interessati alle dinamiche pre-elettorali, continuano a seguire con attenzione gli sviluppi di un iter che si è mostrato più lungo del previsto. E ribadiscono un concetto semplice: “basta fare annunci”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmer's Market Corviale, i residenti contestano Meleo: "Basta annunci"

RomaToday è in caricamento