Politica Ostia

Aggressione Ostia: al corteo contro le mafie attivisti M5s insultano i giornalisti

La nota stonata della mobilitazione di sabato 11 novembre

La manifestazione contro le mafie che si è svolta sabato 11 ad Ostia, ha registrato una buona partecipazione. Sono stati circa duemila i cittadini che hanno aderito all'appello di padre De Donno poi rilanciato anche dal blog di Beppe Grillo. La Sindaca, che chiedeva "unità nella legalità" ha annunciato anche la sua presenza alla manifestazione organizzata per giovedì 16 da Libera, la Federazione nazionale stampa italiana e che vedrà la partecipazione del PD.  Nota stonata del pomeriggio di sabato, i cori di qualche attivista pentastellato all'indirizzo dei cronisti presenti.

Insulti ai giornalisti

"Fate schifo, siete delle mosche, servi del potere" sono stati apostrofati i giornalisti che circondavano la Raggi durante la manifestazione. Qualche attivista del M5s ha aggiunto che "In tv raccontano solo quello che vogliono loro, danno tutte le colpe a Virginia, fanno vedere solo Prodi e Berlusconi. Perche' i nostri parlamentari, con i soldi che risparmiano – hanno poi suggerito i simpatizzanti del M5s non aprono una bella tv?".

La reazione del PD

Il paradosso di una mobilitazione nata per un'aggressione subita da un giornalista, che vede alcuni manifestanti  insultare proprio i cronisti, è stata immediatamente colta dal Partito Democratico. Ed ha immediatamente alimentato la contrapposizione politica. "Ora spero sia chiaro il motivo per cui il PD non ha aderito alla manifestazione di parte organizzata dal M5s per fini propagandistici ed elettorali – ha sottolineato la parlamentare democratica  Alessia Morani  – I grillini continuano ad insultare i giornalisti. Vorrei ricordare che la manifestazione nasce per una violenza inaudita nei confronti di un giornalista. E loro continuano sulla scia di quella violenza".

Una testata alla manifestazione

Le frasi contro la stampa, sono state colte e commentate anche dal segretario romano del PD. "La scuola dell'odio a 5 stelle non conosce tregua. Insulti ai giornalisti anche oggi, durante un corteo di solidarietà  per l'assurda aggressione a un giornalista. Una testata in faccia a chi oggi ha scelto di manifestare contro la violenza della mafia e per la libertà di stampa". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione Ostia: al corteo contro le mafie attivisti M5s insultano i giornalisti

RomaToday è in caricamento