menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, a Roma 7 milioni dalla Regione: ma sui buoni spesa è lite

La Sindaca Virginia Raggi scrive alla Pisana: "Pochi fondi e ancora non trasferiti, procedura genera criticità". Replica l'amministrazione regionale: "Soldi in arrivo, meccanismo semplicissimo"

Dalla Regione Lazio 7milioni di euro a Roma Capitale per i buoni spesa destinati alle famiglie più fragili nel pieno della crisi da Coronavirus. Risorse che si sommano ai 15 milioni arrivati dallo Stato con le domande online per quest’ultime già inoltrate a centinaia tanto da intasare le mail del Comune e costringere il Campidoglio ad attivare una task force. Ma sugli aiuti regionali, “con i fondi ancora non trasferiti” – ha accusato la sindaca Virginia Raggi, è scontro tra Palazzo Senatorio e la Pisana. 

Coronavirus, sui buoni spesa regionali lite Comune-Regione

Raggi rimprovera alla Regione Lazio, oltre alla somma scarsa prevista per la Capitale, “che pur avendo quasi la metà della popolazione residente nel Lazio ottiene poco più di un terzo dei 19 milioni stanziati”, anche di aver previsto un'erogazione di somme che per Roma “diventa totalmente svincolata da quella statale”, attribuita ai singoli Municipi e non direttamente al Comune. 

“Una maggiore lungimiranza da parte della Regione Lazio – fa notare Raggi - avrebbe consentito un'unica procedura di acquisizione di beni e modalità di distribuzione, evitando di prevedere due procedure pressoché contestuali e addirittura divergenti, una centrale e una periferica, che finiscono per generare criticità gestionali". La sindaca poi punta il dito anche sull’accertamento dei requisiti previsto dalla Regione, “cavilloso”, con le modalità di rendicontazione “poche chiare, se non addirittura, contraddittorie".

Coronavirus, a Roma 22 milioni di euro per i buoni spesa: ecco a chi spettano e come funzionano

Coronavirus, buoni spesa regione: “Modello semplicissimo, soldi in arrivo”

Così sugli aiuti alle famiglie in crisi ai tempi del virus Covid-19 si litiga. "Per il 'buono spesa' la Regione ha stanziato 21 milioni di euro, di cui 7 destinati a Roma Capitale. Siamo sempre a disposizione dei comuni per richieste di chiarimento, pensiamo di aver trasmesso un modello semplicissimo, addirittura con richiesta e segnalazione anche telefonica ai servizi sociali per lo stato di difficoltà di una famiglia: un'idea più semplice di questa non ce l'avevamo" – la replica del vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori

L’assessora al Welfare, Alessandra Troncarelli, ha invece fatto sapere che i mandati di pagamento dei 21 milioni di euro per i buoni spesa sono già stati eseguiti e “saranno in banca lunedì mattina”. A mancare, accusano dalla Pisana, la procedura di assegnazione “che – sostiene Troncarelli – il Comune di Roma ancora non ha predisposto”. Così, nell’eterno litigio tra Campidoglio e Regione Lazio, i voucher rischiano di rimanere nelle casse o di perdersi nei meandri della burocrazia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento