Politica

Manifestazioni, Santori: "Predisporre controlli preventivi, serrati e severi"

Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza di Roma Capitale, sostiene che in vista della manifestaizone del 15 ottobre occorre "predisporre controlli preventivi, serrati e severi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

santori_original-2“Per evitare che la città divenga teatro di scontri e devastazioni, in attesa di un tanto decantato e agognato accordo che regolamenti i cortei, è necessario allontanare dai manifestanti tutti coloro che sono muniti di caschi, cappucci, sciarpe o qualsiasi indumento che possa coprirne il volto. Chi vuole manifestare liberamente lo faccia senza arrecare danno a persone o a cose. Evitare assetti da guerriglia urbana, infatti, è il primo passo in avanti per scongiurare situazioni che possano trascendere nell’irreparabile, come avvenuto nel corso di precedenti manifestazioni, quando la nostra città ha subito delle vere e proprie invasioni barbariche”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza di Roma Capitale in vista della manifestazione degli indignati in programma per sabato prossimo.

“Auspichiamo che nel corso della riunione prevista per domani tra sindaco, prefetto, questore e comandante dei carabinieri vengano predisposti controlli preventivi, serrati e severi che mettano in guardia i manifestanti dall’assumere comportamenti border line. A chi ci accusa di allarmismo rispondiamo che dai blog e dai forum dei manifestanti arrivano purtroppo segnali inequivocabili che incitano alla sovversione ed alla disobbedienza, aspetti preoccupanti dei quali chi si occupa di sicurezza a livello istituzionale deve tenerne debitamente conto”, conclude Santori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazioni, Santori: "Predisporre controlli preventivi, serrati e severi"

RomaToday è in caricamento