Campidoglio, sì in giunta al nuovo contratto decentrato: "Con noi rigenerata la macchina amministrativa"

L'assessore al Personale Antonio de Sanctis: "Il 22% del corpo dei dipendenti capitolini è stato assunto negli ultimi tre anni"

Immagine d'archivio

Approvato in Giunta capitolina il nuovo Contratto collettivo decentrato integrativo dei dipendenti di Roma Capitale. Viene così ratificato il testo già firmato dalla Sindaca Virginia Raggi, dall'Assessore al Personale Antonio De Santis e dalle organizzazioni sindacali di categoria lo scorso 17 maggio. 

Il testo conferma e rafforza l'impianto del contratto firmato nel luglio 2017, che segnò il superamento dell'atto unilaterale. "L'approvazione certifica ulteriormente il lavoro di rigenerazione strutturale che stiamo garantendo alla macchina amministrativa capitolina. Nel complesso il 22% del corpo dei dipendenti capitolini è costituito da personale inserito negli ultimi 3 anni. Un percorso senza precedenti, a sostegno dei lavoratori e dei servizi per la città", sottolinea l'assessore al Personale Antonio De Santis. 

Cosa dice il contratto

L'impianto resta pressoché identico a quello del 2017, la prima stesura che stralciò, mettendo un punto a una vertenza lunga anni, l'accordo unilaterale approvato dall'ex amministrazione di Ignazio Marino. Con una differenza però non da poco, la principale, che riguarda la ripartizione del salario accessorio, ossia le modalità di erogazione della parte variabile in busta paga. 

Se nella versione di due anni fa avevamo infatti il 90 per cento del bonus legato ai risultati raggiunti dall'intera squadra di lavoro, con obiettivi declinati nel Piano esecutivo di gestione (Peg) che fissa i risultati e gli standard dei servizi che l'amministrazione intende perseguire, nel triennio, con il nuovo contratto quel 90 scende a 70%. L'altro 30 viene invece legato alle prestazioni individuali del lavoratore, con valutazione finale del dirigente.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento