Consumo di suolo, Roma in cima alle città d'Italia: nel 2018 cementificati 75 ettari

Sono i dati del Rapporto del 2019 sul consumo di suolo in Italia

Immagine di repertorio

Con un incremento di superficie artificiale di quasi 75 ettari Roma è il comune italiano con la maggiore trasformazione. Di questi, ben 57 erano aree verdi. Il numero è cinque volte superiore a Milano, che ne cancella 11, anche se nel capoluogo lombardo rappresenta la quasi totalità: 11,5. Sono i dati contenuti nel Rapporto del 2019 sul consumo di suolo in Italia elaborato dall’istituto di ricerca Ispra Snpa e presentato oggi pomeriggio in Senato. Lo spreco è aumentato soprattutto nelle città. In particolare nelle aree urbane ad alta densità solo nel 2018 sono stati consumati 24 metri quadrati per ogni ettaro di area verde. In totale, quasi la metà della perdita di suolo nazionale dell’ultimo anno si concentra nelle aree urbane.

E Roma occupa i posti in cima alla classifica. Nel 2018 a Roma sono stati consumati 75 ettari di suolo su un totale di suolo consumato di 29mila 875 ettari. Nella sola capitale, quindi, sono stati cancellati più della metà degli ettari consumati nel 2018 nell'intera provincia: 125. Nel Lazio, invece, nello stesso periodo di tempo ne sono scomparsi 277. Nello scenario regionale Roma è seguita da Vetralla, con 12 ettari, Latina 10 e Viterbo 9.

Più in generale, sottolinea l’Ispra presentando il Rapporto, “il consumo di suolo in città ha un forte legame anche con l’aumento delle temperature: dalla maggiore presenza di superfici artificiali a scapito del verde urbano, infatti, deriva anche un aumento dell’intensità del fenomeno delle isole di  calore. La  differenza  di  temperatura  estiva  delle  aree  urbane  rispetto  a  quelle  rurali  raggiunge  spesso  valori superiori a 2°C nelle città più grandi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Più della metà delle trasformazioni dell’ultimo anno, sottolinea ancora l’Ispra in una nota, è dovuta ai  cantieri  (2.846  ettari),  in  gran  parte  per  la realizzazione di nuovi edifici e infrastrutture. Nuovo consumo di suolo permanente e irreversibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Prova a scavalcare ma rimane infilzato: muore per infezione in ospedale. I genitori denunciano i medici

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento