Politica Centro Storico / Piazza del Campidoglio

Sei consiglieri di Ncd passano alla Lega di Matteo Salvini

Bufera nel partito. Pomarici: "Il dado è tratto" e Cantiani: "Si dimetta da consiglio area metropolitana". Oltre a lui lasciano Aubert, Baldassarre, Giannini, Fabbri e Di Trocchio

Dal Nuovo Centro Destra alla Lega di Matteo Salvini. Passaggio nelle fila della ''Lega dei Popoli' per sei consiglieri romani Ncd che lunedì 27 ottobre formalizzeranno la costituzione dei nuovi Gruppi consiliari a sostegno del progetto politico di Salvini.

I SEI CONSIGLIERI - Marco Pomarici, consigliere dell'Assemblea Capitolina e dell'Area Metropolitana di Roma, insieme con Luca Aubert e Simona Baldassarre, consiglieri del Municipio Roma I-Centro Storico, Daniele Giannini, Raimondo Fabbri e Maria Gemma Di Trocchio, consiglieri del XIII Municipio Roma Aurelio lasciando dunque Ncd.

L'ANNUNCIO - "Vogliamo condividere sul territorio le battaglie identitarie di Matteo Salvini perché oggi è l'unico che ha il coraggio e l'energia per rappresentare i valori di centrodestra in cui abbiamo sempre creduto e capace di contrapporsi al vuoto di governo e all'ambiguità renziana - dichiara Pomarici -. Non è più tempo di essere subalterni ma è arrivato il momento delle scelte coraggiose. Ringrazio il senatore Raffaele Volpi per la stima e l'amicizia dimostratemi in questo periodo. Sono certo che insieme a lui e a Matteo Salvini potremo lavorare alla costruzione di un vero centrodestra".

IL DADO E' TRATTO - Marco Pomarici, presidente del consiglio comunale in Aula Giulio Cesare durante la Giunta Alemanno ha poi commentato sul suo profilo facebook le motivazioni della scelta: "Il dado è tratto! Ci vediamo in piazza del Campidoglio, sotto la statua di Marco Aurelio, per la foto di gruppo dei primi sostenitori romani di Matteo Salvini e degli aderenti alla Lega dei Popoli. Sarà l'occasione giusta per cominciare a conoscerci e programmare insieme le future iniziative volte a liberare Roma dal degrado infinito in cui Marino ed il Pd l'hanno trascinata. Ad maiora". 

BUFERA IN NCD - Una decisione che non ha lasciato strascichi, come quello del consigliere dell'Assemblea Capitolina Roberto Cantiani: "Pomarici è libero di andarsene ma si dimetta da consigliere dell'Area metropolitana di Roma". "Pomarici tradisce la fiducia di chi gli ha consentito di entrare nel consiglio della Città metropolitana - aggiunge - dove siede unicamente grazie alla generosità dell'onorevole Sammarco e del consigliere dell'Assemblea capitolina, Cantiani. Faccia pure le sue manovrine politiche altrove, ma dimostri un rimasuglio di coerenza e si dimetta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei consiglieri di Ncd passano alla Lega di Matteo Salvini

RomaToday è in caricamento