Politica Eur / Via Cristoforo Colombo

Conferenza servizi discarica Monti dell'Ortaccio: rischio fumata 'grigia'

Incontro domani mattina al Ministero dell'Ambiente con il commissario Sottile. Ancora molti i nodi da sciogliere

Si rischia una nuova fumata nera, o quantomeno grigia, domani sull'individuazione del sito per la nuova discarica provvisoria di Roma, in vista della chiusura della megadiscarica di Malagrotta. Domani mattina al ministero dell'Ambiente è prevista la conferenza dei servizi per valutare la fattibilità della discarica a Monti dell'Ortaccio, il sito vicino a Malagrotta, indicato tempo fa dal commissario straordinario all'emergenza rifiuti Goffredo Sottile come il più idoneo. Regione Lazio, Provincia di Roma e Campidoglio, con ogni probabilità, metteranno sul piatto tutte le criticità tecniche della scelta e del progetto, rafforzando le dichiarazioni politicamente contrarie, già espresse a più riprese dal sindaco Gianni Alemanno, dal presidente della Provincia Nicola Zingaretti e della governatrice Renata Polverini.

POSSIBILE FUMATA GRIGIA - E mentre il municipio Roma XV ha già spiegato i motivi del "parere nettamente negativo" al sito in conferenza dei servizi, altrove sarebbero già iniziati dei colloqui inter-istituzionali per valutare altre soluzioni.  Ma alla fine tutto resta nelle mani 'commissariali' di Sottile e domani si potrebbe non uscire dalla conferenza dei servizi con un 'si' o un 'no' definitivo al sito. A fine agosto rispondendo a chi gli chiedeva se tecnicamente il commissario potesse andare avanti anche di fronte a un 'no' della Conferenza dei servizi, Sottile rispose: "Se in Conferenza dei servizi il sito viene bocciato si ferma tutto, è una condizione essenziale".

SOTTILE SUL MESSAGGERO - Ma chi dice no deve motivare tecnicamente, deve indicare una soluzione". Oggi, lo stesso Sottile, dalle pagine del Messaggero, corregge il tiro: "Su Monti dell'Ortaccio resto fiducioso: considerata l'urgenza di provvedere. La conferenza dei servizi ha carattere istruttorio, la decisione poi spetta al commissario sulla base di quel che dice l'ordinanza".

SIT IN ANTI DISCARICA - I comitati della Valle Galeria hanno organizzato una manifestazione per domani mattina alle 10.30, in concomitanza con la conferenza dei servizi, proprio davanti al ministero dell'Ambiente, in via Cristoforo Colombo. "In questi ultimi giorni - spiega Angelo Vastola del movimento dei cittadini della Valle Galeria - abbiamo avuto diverse rassicurazioni da tutte e quattro le istituzioni competenti (Municipio XV, Comune, Provincia e Regione) che domani daranno parere tecnico negativo al progetto della Colari. Ma i cittadini non fermeranno la protesta fino a quando l'esclusione di Monti dell'Ortaccio e di tutta la Valle Galeria non sarà ufficializzata. Di rassicurazioni ne abbiamo avute fin troppe".

DI PROROGA IN PROROGA - Intanto il tempo passa e il nodo rifiuti nella Capitale è tutt'altro che sciolto: secondo il prefetto di Roma "potrebbe diventare un problema di ordine pubblico"; a poco più di tre mesi dalla scadenza della proroga per Malagrotta, si affaccia all'orizzonte la possibilità che ne arrivi un'altra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conferenza servizi discarica Monti dell'Ortaccio: rischio fumata 'grigia'

RomaToday è in caricamento