Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Condoni, tra 198mila pratiche ferme e uffici fatiscenti. Montuori: "Presto tutto più semplice"

Martedì mattina si è tenuta una commissione trasparenza sul tema

Procedure di condono più veloci e più semplici entro la fine dell'anno. L'assessorato all'Urbanistica sta lavorando a un nuovo regolamento per accelerare l'iter istruttorio delle pratiche di condono che gravano gli uffici. Lo ha spiegato l'assessore Luca Montuori in una nota diffusa proprio nel giorno in cui, ascoltata in commissione capitolina Trasparenza, presieduta da Marco Palumbo, la direttrice dell'U.O Condoni di Roma Capitale ha fornito una fotografia impietosa dello stato degli uffici preposti a tali pratiche. 

198 mila pratiche inevase, 650 contenziosi. Ma non sono solo i numeri a sollevare preoccupazione. Queste problematiche di natura burocratica si uniscono "alla lista delle criticità della sede a via di Decima, tra allagamenti, bisce che scorrazzano tra le scrivanie, muri crepati e l'acqua piovana che entra dal tetto e scola fin dentro gli archivi: una sede "priva anche dell'agibilità" le parole di Cicatiello. La direttrice ha parlato di una situazione di "igiene e sicurezza" che "rasenta l'insostenibile". E anche questo "non fa che portare ritardi, farci sprecare ore di lavoro oltre a creare panico tra i dipendenti e rabbia fra gli utenti". La dirigente ha lanciato un vero e proprio sos.

Infine, ha concluso Cicatiello, "faldoni e pratiche stanno scoppiando e serve un grosso investimento sull'archivio per digitalizzare i documenti: questo sarebbe il presupposto per la realizzazione del progetto che abbiamo già presentato all'ex assessore Berdini e poi a luglio a Montuori per semplificare le procedure con la creazione di un ufficio di scopo. Questo ci porterebbe a evadere 50mila istruttorie l'anno basandoci sull'autocertificazione degli utenti e l'amministrazione ci sta lavorando. Ora c'é bisogno di un confronto con le associazioni di categoria che ci sarà a breve, forse la prossima settimana, in cui raccoglieremo le proposte che ci verranno presentate". 

"Oggi in commissione Trasparenza durante l'audizione dell'ufficio condono abbiamo appreso della grave situazione in cui versano gli uffici comunali" ha scritto in una nota il presidente della commissione Trasparenza di Roma Capitale, Marco Palumbo. "Problemi igienici e di sicurezza rendono sempre più difficile il lavoro dei dipendenti nella totale indifferenza della giunta. Tali difficoltà, più volte sono state fatte presenti dal personale e dalle organizzazioni sindacali agli assessori di riferimento, purtroppo senza esito. E' evidente che il deteriorarsi dell'ambiente di lavoro determina ritardi e malesseri sia tra i lavoratori che tra gli utenti. Invito pertanto l'assessore Montuori, già a conoscenza delle varie criticità, a farsi parte attiva per superare gli ostacoli che rallentano la normale attivita' amministrativa dell'ufficio condono". 

Non sono mancate le polemiche dell'opposizione: "Stamane, durante la seduta della commissione Trasparenza in merito alle problematiche afferenti l'ufficio Condono, è emerso non solo che la situazione condoni è del tutto arenata, ma che la società che deve gestirli, ovvero 'Risorse Per Roma', è senza contratto di servizio da aprile scorso" in una nota Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi-An in Campidoglio. "Si prosegue quindi di proroga in proroga. Di fatto Rpr è ancora senza Cda, un'anomalia che si ripercuote nella gestione delle pratiche condono che invece di essere snellite e velocizzate rimangono chiuse nei cassetti. Un blocco peraltro denunciato recentemente anche dalle categorie professionali, dall'Ordine degli Architetti ai pianificatori e paesaggisti che hanno scritto una lettera al sindaco e all'assessore all'Urbanistica per evidenziare tale criticità". 

Questa la nota diramata dall'assessorato all'Urbanistica: "L'Assessorato, insieme agli uffici e alle associazioni professionali, sta lavorando alla stesura di un Regolamento sulla procedura semplificata per le pratiche di condono che arriverà in Giunta entro dicembre" annuncia l'Assessore all'Urbanistica Luca Montuori. "L'iter istruttorio semplificato consentirà di poter definire e rilasciare più di 50mila provvedimenti finali l'anno grazie all'introduzione della modulistica di autocertificazione e alle specifiche professionalità del personale di Roma Capitale e di Risorse per Roma".  

"La carenza di personale è un problema generale di tutta l'amministrazione e non solo dell'Ufficio Condono ma sin dal mio insediamento ho ritenuto prioritario risolvere questa problematica specifica. Grazie al nuovo regolamento" conclude l’Assessore "si ridurranno sensibilmente i tempi di attesa per l'espletamento delle pratiche, a partire da quelle di ordine minore. Un obiettivo importante a tutela sia dei cittadini sia delle giuste condizioni di lavoro per il personale degli uffici che se ne occupano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condoni, tra 198mila pratiche ferme e uffici fatiscenti. Montuori: "Presto tutto più semplice"

RomaToday è in caricamento