rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Concorsone, nessun ritardo nelle prove: il Comune valuta azione legale contro la Praxi

Lo ha spiegato il vicesindaco Nieri a margine di un incontro con i sindacati. Per la parte relativa alla Polzia Locale, si attende la nomina di una nuova commissione

Nessuno stop al maxiconcorso del comunale. Dopo le polemiche delle scorse settimane seguite all'annuncio da parte del Comune di Roma di una possibile sospensione delle prove in seguito a dubbi sull'anonimato, dall'amministrazione arriva una conferma: “Abbiamo deciso che tutte le procedure concorsuali andranno avanti fino al completamento” annuncia il vicesindaco di Roma, Luigi Nieri, a margine di un incontro con i sindacati. “Le prove orali in corso e quelle già programmate non subiranno ritardi o sospensioni di alcun genere. La pubblicazione delle graduatorie di tutte le prove selettive sarà al più presto completata”.

Diversa la situazione per il concorso della Polizia Locale, la parte di concorso da cui sono partite le analisi per sospette irregolarità. Per quest'ultimo “la giunta darà mandato agli uffici di verificare tutti gli strumenti utili, e anche preventivi, a garantire l'anonimato dei concorsisti e a nominare una nuova commissione" continua Nieri. Gli unici 'scritti' del maxiconcorso a non essere stati ancora esaminati sono proprio quelli relativi al concorso per l'assunzione di 300 vigili urbani. La decisione, annunciata da Nieri, dovrà ora essere approvata in una memoria di giunta.

Il vicesindaco ha parlato anche della società incaricata di organizzare le prove. “Verificheremo i presupposti di un'azione legale nei confronti della Praxi spa in merito all'esatto adempimento agli obblighi contrattuali e al risarcimento danni” ha spiegato il vicesindaco. “Naturalmente attenderemo gli ulteriori sviluppi della Procura che sta indagando sulla regolarità degli strumenti utilizzati per le procedure selettive. In attesa degli accertamenti e tenuto conto delle differenti situazioni giuridiche dei partecipanti a ciascuna procedura selettiva e constatata l'assenza al momento attuale di provvedimenti da parte degli organi della giustizia amministrativa che impediscono la prosecuzione delle procedure selettive in atto, continueremo a lavorare per risolvere una situazione molto delicata”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsone, nessun ritardo nelle prove: il Comune valuta azione legale contro la Praxi

RomaToday è in caricamento