Venerdì, 23 Luglio 2021
Politica

Concorsone, per i vincitori è il 'raccomandata day': in centinaia scrivono a Renzi per protesta

Ad organizzare i vincitori dei concorsi di Roma Capitale il Comitato 22 procedure per la giustizia: "Chiediamo di sbloccare una situazione insostenibile"

Un momento di protesta dei vincitori del 'concorsone' (immagine di repertorio)

L'hanno chiamato 'Raccomandata day' perché in centinaia si sono recati agli uffici postali inviando le proprie richieste al presidente del Consiglio Matteo Renzi e al ministro della Semplificazione e della Pubblica Amministrazione Marianna Madia. È l'ultima protesta indetta dal Comitato 22 procedure per la giustizia che coordina i vincitori e gli idonei del cosiddetto 'concorsone' di Roma Capitale.

“Questa è solo l'ennesima forma di protesta che abbiamo deciso di realizzare. Mentre si annunciano stabilizzazioni di migliaia di precari della scuola, noi chiediamo ancora una volta che ci venga concessa la giusta attenzione”denuncia in una nota Valeria Cavalli, presidente del Comitato 22 procedure per la giustizia. Il 'concorsone' in questione era finito tra le polemiche a dicembre con lo scandalo delle buste trasparenti e loa paura di un annullamento per tutte e 22 le gare. Ma dopo “la nostra protesta in Campidoglio del 18 marzo scorso il sindaco Marino ci aveva comunicato che la decisione della Procura in merito non sarebbe stata ostativa alle assunzioni dei vincitori dei concorsi”. Per questo dal Comitato si chiede di sbloccare la situazione.

“Con il 'Raccomandata day' ci rivolgiamo a tutte le istituzioni sia locali che centrali perché intervengano di concerto a sbloccare una situazione che diventa ogni giorno più inaccettabile. Sono passati più di quattro anni da quando in migliaia ci siamo recati agli stessi sportelli postali per inviare la raccomandata di partecipazione alle 22 procedure selettive indette da Roma Capitale. E a quattro anni da quel giorno siamo ancora qui a vivere in sospeso, in attesa che il nostro diritto all'assunzione venga riconosciuto” continua Cavalli.

Ecco le richieste contenute nella raccomandata: “Invitare l'amministrazione di Roma Capitale ad avvalersi delle nuove regole del turn over previste dalla riforma della pubblica amministrazione che danno la possibilità agli enti virtuosi di procedere alle assunzioni fino all'80% della spesa relativa al personale di ruolo cessato nell'anno precedente; intervenire a livello istituzionale affinché l'amministrazione di Roma Capitale rispetti il quadro normativo, dando precedenza assoluta all'assunzione a tempo indeterminato di vincitori e idonei rispetto alle stabilizzazioni dei precari; sollecitare il Dipartimento della Funzione Pubblica affinché riapra i termini per la trasmissione anche delle graduatorie che non erano ancora state pubblicate alla scadenza del monitoraggio indetto dallo stesso Dipartimento.

La presidente Cavalli inoltre chiede che“le istituzioni centrali e locali pongano la giusta attenzione alla procedura per i 300 istruttori di polizia municipale, i cui quasi 3000 candidati sono ancora in attesa di conoscere i risultati degli scritti che si sono tenuti a dicembre 2012. E, ancora, chiediamo al sindaco Marino e al vicesindaco Nieri: che fine hanno fatto le 47 assunzioni dei primi vincitori del concorsone che erano state promesse entro fine anno?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsone, per i vincitori è il 'raccomandata day': in centinaia scrivono a Renzi per protesta

RomaToday è in caricamento