rotate-mobile
Politica

Concorso al Comune di Roma, ultime prove e idonei in attesa: ecco quando usciranno le graduatorie

Il 4 agosto le ultime sessioni delle prove per il concorso al Comune di Roma. L'assessore De Santis: “Tra la fine di agosto e gli inizi di settembre saranno pubblicati gli elenchi degli idonei, in ordine di punteggio"

Il concorso al Comune di Roma verso la conclusione. Il 4 agosto si terranno le ultime sessioni, quelle che chiuderanno oltre un mese e mezzo di prove che hanno coinvolto circa 200mila candidati: tra loro aspiranti dirigenti, tecnici informatici, avvocati, assistenti sociali, funzionari, istruttori di Polizia Locale e istruttori amministrativi. Tutti, tranne i mille in concorso per un posto da dirigente, hanno sostenuto un’unica prova scritta digitale: 60 domande in 60 minuti. 

Concorso al Comune di Roma: idonei in attesa degli elenchi

Delusione per chi non ha raggiunto la soglia del 21, punteggio minimo per il superamento della prova. Grande attesa invece per chi ha fatto di più afferrando l’agognata idoneità. Il risultato dei quiz è stato fornito nel giro di poche ore nel pannello personale del candidato: per chi si è ritrovato la spunta verde il prossimo orizzonte è la pubblicazione degli elenchi degli idonei in ordine di punteggio. Poi potranno essere forniti i titoli di preferenza/precedenza come previsto dalla legge.

Quando escono le graduatorie del concorso al Comune di Roma

Ma quali i tempi previsti per gli elenchi degli idonei e le graduatorie del concorso al Comune di Roma? “Tra la fine di agosto e gli inizi di settembre saranno pubblicati gli elenchi degli idonei, in ordine di punteggio, con la conseguente richiesta agli stessi idonei di fornire, entro 15 giorni, i titoli di preferenza/precedenza come previsto dalla Legge” - ha scritto l’assessore al Personale di Roma Capitale, Antonio De Santis

“Successivamente alla scadenza del termine per la presentazione dei suddetti titoli, le Commissioni elaboreranno le graduatorie finali che saranno pubblicate ai sensi di legge, consentendo quindi a Roma Capitale, in un momento successivo, di procedere alla chiamata dei vincitori. Questo - ha sottolineato l’assessore - è un concorso che si è dovuto svolgere secondo modalità innovative imposte dalle stringenti regole dettate dall’emergenza pandemica e dalla necessità di accelerare al massimo il reclutamento in vista delle future sfide legate all’utilizzo dei fondi del PNRR (Piano nazionale di Ripresa e Resilienza)”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso al Comune di Roma, ultime prove e idonei in attesa: ecco quando usciranno le graduatorie

RomaToday è in caricamento