Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Concordato Atac, il giorno decisivo: oggi il verdetto dei creditori

Ai 1200 creditori è stato chiesto di esprimersi sul piano di rientro dal debito

Giorno decisivo per Atac. Scadono oggi i termini per il voto dei creditori sul piano di concordato preventivo. L'ultimo, decisivo, scoglio per proseguire con l'iter scelto dall'azienda dei trasporti e dal Campidoglio pentastellato per risanare quel miliardo e quattrocento milioni di euro di debiti che gravano sulla municipalizzata. 

Dopo il via libera del Tribunale fallimentare, il piano elaborato dai vertici di via Prenestina è stato sottoposto per l'approvazione definitiva ai circa 1200 creditori, tra i quali rientrano banche e società varie fino a player ed enti locali come Trenitalia, Cotral o Regione Lazio e Cotral. Chiusa la votazione ci sarà il conteggio dei voti e il verdetto. L'assemblea è stata aperta il 18 dicembre scorso. I creditori potevano votare nell'aula Occorsio del Tribunale di piazzale Clodio, via PEC o via raccomandata. 

Il piano di rientro dal debito prevede di pagare 150 milioni di euro dei creditori privilegiati entro il 2019 e il 30% del credito chirografaro entro il 2022. Inoltre Atac mira a sanare le perdite con la crescita dei chilometri percorsi grazie all'incremento della flotta di bus e dei ricavi da bigliettazione. Altro strumento previsto è la messa a reddito di 4 ex rimesse Atac ormai dismesse, che due mesi fa sono state date in affitto ad una società che organizza eventi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concordato Atac, il giorno decisivo: oggi il verdetto dei creditori

RomaToday è in caricamento