menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Case popolari al Tufello (Immagine di repertorio)

Case popolari al Tufello (Immagine di repertorio)

Politiche abitative, Roma Capitale pubblica il bando per acquistare nuove case popolari: "Indirizzato a enti pubblici"

La manifestazione di interesse è stata pubblicata sul sito comunale ed è indirizzata solo a soggetti pubblici. C'è tempo fino al 12 marzo 2021

Roma Capitale vuole acquistare nuove case popolari. La manifestazione di interesse, pubblicata sul sito comunale, è indirizzata solo a enti e soggetti pubblici proprietari di immobili, come per esempio gli enti previdenziali, che a Roma possiedono migliaia di appartamenti in via dismissione. L'intenzione segue la memoria di Giunta del 23 giugno 2020 e si basa su modifiche di legge introdotte con la finanziaria approvata a dicembre 2020, che permettono agli enti locali di "procedere  all'acquisto diretto delle unità immobiliari dando notizia, nel sito istituzionale dell'ente", e sulla legge di bilancio approvata nel febbraio 2020 della Regione Lazio che prevede che i comuni e le Ater possano acquistare immobili per far fronte all'emergenza abitativa, assegnando per un massimo del 35 per cento anche immobili extra graduatoria. Nell'avviso Roma Capitale precisa però che il fine dell'operazione è lo "scorrimento della relativa graduatoria di assegnazione".

La conguità del prezzo verrà attestata dall'Agenzia delle entrate e non dovrà essere superiore ai limiti massimi stabiliti dalla vigente normativa per l’acquisizione di alloggi Erp. Si legge nell'avviso: "Delle offerte pervenute non verrà redatta alcuna graduatoria essendo Roma Capitale libera di scegliere o meno, qualora non confacenti all’interesse pubblico da soddisfare, alcuna delle offerte pervenute, fatta salva la preventiva disponibilità delle pertinenti risorse di bilancio per far fronte alla spesa". Gli enti interessati hanno tempo fino al 12 marzo 2021 per avanzare la propria domanda di partecipazione. 

"La casa è un diritto essenziale e lo scorrimento delle graduatorie dei nuclei familiari in attesa di un alloggio è un tema da affrontare con misure strutturali e di lungo periodo", dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi. "L’Amministrazione ha intenzione di dotare la città di nuovi immobili destinati all’emergenza abitativa per non lasciare nessuno indietro, soprattutto i cittadini più fragili".

"È una misura importante che Roma attendeva da tempo e che segna finalmente una discontinuità con il passato", spiega l’assessora al Patrimonio e alle Politiche Abitative Valentina Vivarelli. "L’acquisizione di nuovi immobili avrà un impatto significativo per i cittadini in attesa di assegnazione di alloggi Erp velocizzando lo scorrimento delle graduatorie. L’emergenza abitativa coinvolge un numero crescente di persone" soprattutto in questo periodo "ed è urgente dare risposte concrete e immediate. Per questo, ci rivolgiamo direttamente ad Enti e a Soggetti pubblici attraverso una semplice manifestazione d’interesse".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento