menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, il Lazio vicino alla fine del commissariamento. Zingaretti: "Il ministro apprezza, aspettiamo Palazzo Chigi"

Ieri il governatore ha incontrato il ministro della Sanità Roberto Speranza

L'incontro era stato organizzato per illustrare al ministro Roberto Speranza i risultati della sanità del Lazio. Ma l'incontro di ieri con il governatore regionale Nicola Zingaretti, al quale ha preso parte anche l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, è stata l'ennesima occasione per ribadire che la strada del commissariamento della sanità del Lazio è quasi arrivata al termine.

"Non è questa la sede istituzionale corretta per parlare di commissariamento, ma c'è un apprezzamento del ministro e del ministero della Salute per quanto riguarda gli obiettivi raggiunti sui Livelli essenziali di assistenza", le parole di Zingaretti ai giornalisti che chiedevano un riscontro in merito al termine dell'incontro.  "Quindi ora", ha spiegato ancora il presidente della regione e segretario del Pd "attendiamo la decretazione di Palazzo Chigi che starà valutando gli esiti dei tavoli di rientro, ma da parte del ministero della Salute si conferma quello che anche nell'ultimo tavolo è stato ribadito in merito ai risultati".

La novità non è arrivata con il 'governo amico' dell'alleanza Pd e M5S. Già nel luglio scorso Zingaretti aveva incontrato il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, dal quale era emerso che "gli elemento strutturali che avevano portato al commissariamento nel luglio 2008" avevano cessato di sussistere. "E' la prima volta nella storia della Regione che c'è un attivo di bilancio della sanità", aveva spiegato.

Intanto ieri è stato anticipato un piano di investimenti per la sanità del Lazio: "Con il ministro della Salute, Roberto Speranza, vogliamo tagliare di molto i tempi della burocrazia e delle procedure per fare in modo che si possa correre al più presto per realizzare grandi opere e aprire cantieri utili all'economia, oltre che nuove strutture sanitarie per la qualità delle cure delle persone", ha spoegato.

In particolare, fa sapere ancora Zingaretti, il tavolo si è concentrato "su una grande novità che noi vogliamo mettere in campo, perché il Lazio ha 1 miliardo e 900 milioni di fondo per gli investimenti e l'edilizia sanitaria: ricordo il Grassi di Ostia e l'ampliamento con 56 milioni di euro, il Pertini con l'ampliamento con l'investimento di 25 milioni di euro, e investimenti molto importanti sul San Camillo, e ancora l'ospedale del Golfo per Formia e Gaeta, c'è il cantiere con la gara che sta partendo per Amatrice e poi il nuovo ospedale Tiburtino nell'area di Guidonia e Tivoli e il nuovo ospedale di Rieti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento