Politica

Pomezia, Sos Torvaianica protesta sulla gestione della raccolta differenziata

Il Comitato Territoriale Cittadini e Commercianti di Torvaianica protesta contro la gestione dei rifiuti del Comune di Pomezia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Quando si pensa alla raccolta differenziata, il primo pensiero è “che bella cosa”. Ma il Comune di Pomezia è riuscito a far diventare una cosa molto importante per noi e per il nostro futuro un peso per tutti i cittadini. Non è possibile che i cittadini ed i commercianti dopo essersi impegnati per far funzionare la raccolta debbano ritrovarsi la città invasa dall’immondizia perché il servizio non funziona come dovrebbe e ancora più vergognoso vedere che i mezzi che passano mescolino tutto, vanificando il lavoro fatto in precedenza da chi crede nella raccolta differenziata.

Come mai tutti paghiamo questo servizio e alle giostre di Torvaianica per la fiera del mare ancora esistono i vecchi secchioni dove viene mescolato il tutto e regolarmente viene raccolta? Chi paga quel servizio? Questa è una cosa strana! E, visto che si tratta di festa privata, come mai alle giostre vengono utilizzate le sedie del Comune di Pomezia quando si dovrebbero utilizzare solo per le manifestazioni pubbliche?  Anche questa è una cosa strana. Esistono molte anomalie nel nostro comune che sono state segnalate più volte dai cittadini alle autorità competenti, ma il risultato è sempre il solito, l’indifferenza.

Siamo stanchi di tutto questo. Il Comune deve prendere dei seri provvedimenti. Perché non si interviene in via Danimarca dove tutte le sere avvengono tutte le irregolarità stradali con il parcheggio selvaggio sui marciapiedi e dove c’è il divieto di sosta? Tutti sanno, ma nessuno fa nulla. Per non parlare delle bancarelle che hanno invaso il territorio, tutto gli viene concesso senza che rispettino le regole! Il Comune di Pomezia è diventato luogo di ritrovo tra grandi amici che pensano solo a se stessi senza ascoltare la voce del cittadino e del commerciante che da tempo è abbandonato da questo Comune fantasma.

A noi sembra che vogliano far morire Torvaianica. E’ una vergogna. Chiediamo pubblicamente una cosa alle autorità competenti: come è possibile che alla Pro Loco di Torvaianica per l’iscrizione bisogna pagare 100,00? Anche questa è una vergogna. Chiediamo pubblicamente un aiuto alle forze dell’ordine.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pomezia, Sos Torvaianica protesta sulla gestione della raccolta differenziata

RomaToday è in caricamento