Coia (M5s) striglia i vigili a difesa dei commercianti: "Basta multe a canne fumarie. Si attengano al regolamento"

Il presidente della commissione Commercio scrive al Comando generale: "Anche su panche e sgabelli interni in arrivo modifiche al regolamento"

Andrea Coia (presidente commissione Commercio)

I vigili urbani si attengano alle normative previste dal Campidoglio, sia sulle tipologie di canne fumarie consentite, che su sgabelli e panchetti presenti negli esercizi con consumo di alimenti sul posto. La strigliata arriva direttamente dal presidente della commissione Commercio, il grillino Andrea Coia, diretta al Comando generale della Polizia locale. "Ho ricevuto diverse segnalazioni di multe che però non si allineano alla normativa vigente" racconta a RomaToday per spiegare la nota inviata in data 17 maggio agli uffici di via della Consolazione. 

Due le questioni. Le canne fumarie di ultima generazione, la cui installazione è consentita dall'art.64 bis del regolamento di Igiene che, a detta di Coia, gli agenti della polizia locale non starebbero applicando, e le sentenze di Tar e Consiglio di Stato sugli esercizi alimentari con consumazione sul posto. "Sono andato a parlare con un commerciante proprio oggi" spiega Coia "è stato multato perché teneva all'interno degli sgabelli e delle panchine dove far sedere i clienti per consumare. Ma può farlo, parlano chiaro i giudici amministrativi".

Il discrimine tra attività di somministrazione di alimenti e bevande e il consumo sul posto è da individuare, solo ed esclusivamente, nell'assenza del servizio al tavolo. Giurisprudenza che verrà recepita, nelle intenzioni della maggioranza M5s, nelle modifiche al Regolamento del 2017 sulle attività commerciali nella Città storica, che andrà in aula a inizio giugno.   

Insomma, Coia si improvvisa paladino dei commercianti e rimbrotta gli agenti della polizia locale. Poi, già che ci siamo, non risparmia la stilettata anche al I municipio. "E' una rigidità quella che sugli arredi che è stata voluta dall'amministrazione municipale e dall'ex assessore Meloni. Sinceramente una questione incomprensibile. Che male fanno due sgabelli?". 

Il riferimento di Coia è a un episodio avvenuto ieri sera a Trastevere, denunciato dal presidente della Confesercenti di Roma Valter Giammaria. "Con un autentico blitz, meritevole di miglior causa, nella serata di ieri i vigili urbani del Comune di Roma sono nuovamente intervenuti, a Trastevere, nonostante le diverse direttive dell'Amministrazione capitolina, nei confronti dei piccoli esercizi alimentari e di laboratori di vicinato per sequestrare sedie e tavolini". E ancora: "Abbiamo l'impressione di essere in presenza di un corpo dei Vigili che e' sfuggito di mano all'Amministrazione ed opera contro le indicazioni sia dell'assessore che del Consiglio, in aperta violazione con quanto stabilito di recente dal Consiglio di Stato e di quanto prevede la norma di legge". Da qui il rimprovero, ufficiale, diretto agli agenti. 


 

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Immunoterapia contro il cancro, messo a punto nuovo farmaco da ISS e Sant'Andrea di Roma

  • I migliori mercati (di frutta e verdura) di Roma

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

Torna su
RomaToday è in caricamento